Pubblicato: Lun, Settembre 03, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

La Lega rischia di chiudere battenti, nessuna ripercussione su governo

La Lega rischia di chiudere battenti, nessuna ripercussione su governo

Ma Giorgetti smentisce: "Non abbiamo tempo per fare un progetto di Opa più o meno ostile, nei confronti di Fora Italia".

Come ormai molti sapranno, il giorno 5 di questo mese ci sarà la sentenza del Tribunale del riesame di Genova che dovrà pronunciarsi sul sequestro dell'intero patrimonio della Lega Padana dopo la condanna di Umberto Bossi (ex segretario) per il reato di truffa (56 milioni di euro) ai danni dello Stato.

Nel corso di un'intervista rilasciata a Peter Gomez nel corso della festa del Fatto Quotidiano a Marina di Pietrasanta, Giorgetti ha parlato a tutto campo, toccando tutti i principali temi d'attualità, politica ed economica. Così il senatore Pd Dario Parrini replica a nome del suo partito, che si trova impegnato in una polemica con la Lega, e direttamente con Matteo Salvini. Questo "noi lo contestiamo".

"Tutti i soldi che avevamo sono stati già presi dalla magistratura". Diversa invece la considerazione sulla nazionalizzazione della rete autostradale, perché "onestamente esprimo dubbi che l'Anas abbia le strutture tecniche e le capacità per fare cose del genere".

More news: L'Atalanta fuori dall'Europa League, il Copenaghen vince ai rigori

SALVA-BENETTON - Giorgetti spiega poi le ragioni del voto favorevole della Lega nel 2008 al 'salva-Benetton'. Se la confisca degli introiti, anche futuri, del partito, "Arrivasse dopo una sentenza della Cassazione io non avrei niente da dire. Se portiamo via elettori, non è colpa nostra, ma colpa loro.".

Giorgetti: "Se la Lega verrà condannata chiudiamo". "Un difetto di Salvini?". "Bisogna stare attenti a come si fanno le critiche". Negli ultimi due giorni, infatti, il leader del Carroccio ha diligentemente evitato l'argomento, postando, in compenso, diversi commenti riguardo ad immigrati coinvolti in atti illegali [VIDEO], interventi delle Forze dell'Ordine e immigrazione clandestina.

Secondo le indiscrezioni di stampa, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte sarebbe intenzionato a convocare una "Cabina di regia" all'inizio della prossima settimana, per placare le fibrillazioni interne tra M5s e Lega.

La Lega di Matteo Salvini sta prendendo sempre più piede sia sul nazionale come dimostrato dai dati forniti ma soprattutto a livello locale dove gli esponenti legati ai partiti di destra stanno pian piano convergendo sulla Lega.

Come questo: