Pubblicato: Dom, Settembre 02, 2018
Cultura | Di Socrate Ginnetti

Morto Silvano Campeggi, l'italiano che disegnò le locandine di Hollywood

Morto Silvano Campeggi, l'italiano che disegnò le locandine di Hollywood

Nano Campeggi ha lavorato con importanti case cinematografiche degli Stati Uniti, dalla Metro-Goldwyn-Mayer alla MGM, passando per la Warner Brothers, Paramount, Universal, Columbia Pictures, United Artists, RKO, Twentieth Century Fox.

La più celebre delle tavole di Campeggi dedicate alla Giostra del Saracino, raffigurante il tamburino dei Musici e copertina stessa della pubblicazione, è attualmente esposta all'interno del percorso espositivo "I Colori della Giostra" a piano terra di Palazzo Comunale. Mentre dieci anni fa il Lincoln Center a New York gli dedicò l'esposizione "Maestro, do I need to get undressed?" in omaggio alla domanda maliziosa (scusi, ho molto caldo, le dispiace se mi spoglio?) che gli rivolse una giovanissima Marlyn Monroe - rimasta in mutande - poco prima di mettersi in posa per un ritratto.

"Silvano Campeggi ci ha lasciati". Rientrato a Firenze alla metà degli anni Settanta, Campeggi si dedicò ad una personale ricerca artistica riconosciuta dalla critica in numerosissime mostre. Proprio Palazzo Vecchio, sempre nei mesi scorsi, ha ospitato la sua retrospettiva "Tra Divi e Diavoli".

Parole di cordoglio anche da Francesco Casini, primo cittadino di Bagno a Ripoli, Comune che l'aveva omaggiato con le Chiavi della Città.

More news: Ed Sheeran ha sposato Cherry Seaborn in gran segreto dopo anni d’amore

Con l'amatissima moglie Elena, compagna di tutta una vita, resta di lui un patrimonio incredibile di dipinti e bozzetti, un'eredità che, adeguatamente valorizzata, lo renderà ancora vivo e presente pure per chi non ha avuto la fortuna di conoscerlo. Un grande artista, geniale e sensibile, che ha portato il nome di Firenze nel mondo con le sue locandine cinematografiche. Questo è il mio sentimento, unito alla sensazione di aver avuto un grande onore, un privilegio nell'aver conosciuto un uomo così, di fronte alla scomparsa di Silvano Campeggi.

Il 29 agosto è morto Silvano Campeggi, pittore e cartellonista noto soprattutto per aver realizzato le locandine di film come Casablanca, Via col vento, Cantando sotto la pioggia, Un americano a Parigi, West Side Story, La gatta sul tetto che scotta, Vincitori e vinti, Exodus e Colazione da Tiffany.

Per la 'sua' Bagno a Ripoli, dove viveva dagli anni '60, ha fatto tanto.

Come questo: