Pubblicato: Dom, Agosto 19, 2018
Cultura | Di Socrate Ginnetti

Inter, Spalletti: "Più forti dell'anno scorso, si lotta per lo scudetto"

Inter, Spalletti:

Nella conferenza stampa di presentazione del match Sassuolo - Inter (in programma domani, ore 20.30) Luciano Spalletti ha indicato le dirette sfidanti della stagione ormai imminente. L'allenatore a poche ore dall'esordio in Serie A ha già le idee chiare: "Usciamo dalla fabbrica senza dove fare ulteriori prove". Quella col Sassuolo è sempre stata una gara difficile. E' una partita durissima, di quelle in cui il fatto che sia una partita nel periodo estivo c'entra poco. Squadra più forte? Sicuramente. Quando viene a mancare qualche pedina, penso a Nainggolan domani, dispiace sempre.

"È da valutare, si è allenato un po' con la squadra, bisogna fare attenzione". Io faccio il mio lavoro tentando di sbagliare il meno possibile. Loro sono i più forti, ma noi siamo nel gruppo di squadre che vogliamo provare a lottare per lo scudetto. Skriniar in dubbio? Sì, dobbiamo fare attenzione. Ancelotti in Italia dopo nove anni è un bene importante. "Tra l'altro il nostro campionato è diventato un'opportunità per molti giocatori che vogliono venire dai campionati esteri, ci sono più abbonati, bisogna fare i complimenti alle società". "Siamo tra le cinque squadre che possono contendere lo scudetto alla Juve". Conosciamo qual è la forza di questa squadra. E allora, su Brozovic: "Sono incuriosito da tutti i miei nuovi, Lautaro è un calciatore forte che vogliamo usare". Le pressioni? Ho imparate a gestirle da tempo. E' tutta un'eccitazione. E' chiaro che poi riguardo a quest'anno è un'eccitazione strozzata da quello che è successo a Genova.

More news: Allerta gialla per temporali, in tutta la Liguria

Spalletti deve rinunciare a Nainggolan, non ancora al meglio, così come Vrsaljko e Perisic, che partiranno dalla panchina in virtù della preparazione iniziata in ritardo. Vincere più partite possibili dentro il campionato, rimanere in Champions League e possibilmente offrire anche un buon spettacolo sia comportamentale che di risultati e gioco di squadra. La quarta posizione è una delimitazione importante. Sappiamo che troveremo società forti e pronte che hanno preso calciatori formidabili.

Sentiva più pressioni l'anno scorso? Potrei scommettere su diversi calciatori, soprattutto sui nuovi arrivati. Campionato da sospendere alla prima? "Siamo pronti ad andare a giocare qualsiasi avversarie". Parlo dei giocatori che giocano nell'Inter. "Ed è la cosa che mi dà più fiducia". Peccato per l'infiammazione dell'anno scorso, quest'anno troverà più continuità. Joao Mario? Non è stato convocato per affaticamento muscolare.

Come questo: