Pubblicato: Dom, Agosto 19, 2018
Cultura | Di Socrate Ginnetti

Figline, Sting canta al presidio dei lavoratori della Bekaert

Figline, Sting canta al presidio dei lavoratori della Bekaert

La popolare pop star, figlinese d'adozione perchè risiede da anni nella tenuta del Palagio, questa mattina ha voluto esprimere una solidarietà non formale ai dipendenti che lottano per mantenere il loro posto di lavoro. Quest'ultima e Sting, infine, hanno indossato la maglietta 'Io sto con i lavoratori Bekaert', realizzata per raccogliere fondi per le iniziative di lotta degli operai. Sting, tra l'altro proprietario di un casale nel Chianti, è arrivato al presidio intorno alle 11 accompagnato dalla moglie Trudie e, dopo aver intonato insieme agli operai 'Una vita da mediano' di Ligabue, ha improvvisato 'Message in a bottle', accompagnandosi con la chitarra e ripreso da decine di telefonini.

More news: Disastro Genova: Chi è Samuele, la vittima più piccola della tragedia

"Purtroppo succede in tutto il mondo", ha detto Sting. "Per noi un gesto molto importante per continuare a tenere alta l'attenzione di una vertenza che vogliamo portare fino in fondo e scongiurare la chiusura dello stabilimento". "Per noi della Fim importante anche la possibilità di poter ricorrere alla cassa integrazione". Proprio lunedì l'azienda riprende la produzione. Prossimo appuntamento per le trattative il 3 settembre in Regione, e dopo si conosceranno i successivi incontri a Roma nei quali dovrebbe essere indicata la strada per evitare la chiusura.

Come questo: