Pubblicato: Ven, Agosto 17, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

LIVE. Genova, crollo ponte Morandi, 39 vittime. Continuano le ricerche

LIVE. Genova, crollo ponte Morandi, 39 vittime. Continuano le ricerche

Ora dopo ora aumentano i dettagli sul terribile disastro che ha colpito la città di Genova.

"Sui dispersi ci sono supposizioni, ma è inutile mettere numeri a caso". Guidavo a Genova ed ero sul ponte. "Noi dobbiamo rispondere a una sola domanda: perché è successo? - ha detto il magistrato - Questo è il nostro compito e per farlo faremo tutto quello che è necessario". Stavo andando a Genova, ero sul ponte.

Ci sono ancora però altri corpi che non sono stati identificati e nonostante si continui a scavare senza sosta vi è ormai poca probabilità di trovare superstiti. "Ho visto il ponte cadere davanti ai miei occhi".

Sono in totale 440 le persone costrette a lasciare la propria abitazione a seguito del crollo.

More news: F1: Fernando Alonso si ritira nel 2019

Genova. "In relazione all'annuncio dell'avvio della procedura di revoca della concessione, Autostrade per l'Italia si dichiara fiduciosa di poter dimostrare di aver sempre correttamente adempiuto ai propri obblighi di concessionario, nell'ambito del contraddittorio previsto dalle regole contrattuali che si svolgerà nei prossimi mesi".

Silvia Rivetti, 30 anni, è rimasta bloccata in auto appena pochi metri prima del viadotto. Si trovavano sulla sponda opposta di via Fillak dove ci sono le case che sono state sfollate ma anche quella strada è stata evacuata a scopo precauzionale.

Giorgio Venturoli, direttore generale della catena di supermercati Basko, ha parlato del suo autista, che ha frenato appena in tempo ed è rimasto a due passi dalla voragine. Chi vuole dare una mano può venire qui in vacanza: la regione è raggiungibile, ha le sue autostrade che, a parte la drammatica ferita nel cuore di Genova, sono integre e percorribili.

La banca ha anche deliberato, con decorrenza immediata, un ulteriore supporto ai privati e alle imprese coinvolti nella tragedia, attraverso la sospensione della rate dei mutui e la concessione di finanziamenti a tassi calmierati. Più tardi, il ministro dei trasporti e delle infrastrutture in Italia Danilo Toninelli ha escluso che il ponte sia crollato a causa dei lavori, ha concordato sulle gravi carenze nella manutenzione dell'oggetto. L'uomo ha riportato solo una slogatura e una botta all'anca: "Penso sia un miracolo". "Molti dei ponti oggi in funzione sono stati costruiti tra gli anni settanta e settanta e non sono stati pensati per sopportare l'attuale traffico di mezzi pesanti". Sono vicino a tutte le famiglie delle vittime.

Come questo: