Pubblicato: Ven, Agosto 17, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Disastro Genova: Chi è Samuele, la vittima più piccola della tragedia

Disastro Genova: Chi è Samuele, la vittima più piccola della tragedia

In queste ultime ore l'Italia è stata nuovamente lacerata dal dolore per delle innocenti vittime che hanno perso la vita a causa del crollo del ponte Morandi di Genova [VIDEO]. Volevano trascorrere un po' di giorni insieme, tra Nizza e Barcellona, ma non ci sono arrivati. Elisa Bozzo, 34 anni, di Busalla, viaggiava invece sulla sua Opel nera. Improvvisamente il vuoto sotto la loro auto, che è stata letteralmente inghiottita da pietre e macerie. Nell'immagine è raffigurata l'isola della Sardegna.

Sì, magari c'entra davvero anche un fulmine caduto nel posto sbagliato nel momento sbagliato. Per nessuno dei due c'è stato nulla da fare. Gli sfollati sono stati portati al centro civico Buranello. "Edy era già sposato". Gravi le ripercussioni sulla viabilità della A10 direzione Genova tra Genova Pegli e Genova Aeroporto; sulla A12 Genova - Rosignano Marittima tra Genova Est e il Bivio per la A7 verso Genova; e sulla A7 tra Bolzaneto e la A10. "Secondo miti urbani, la mafia aveva allora le mani sull'industria del cemento e faceva pagare a prezzo pieno anche se metteva meno cemento dentro", ha detto Dave Parker, come riporta il daylymail che continua parlando di un'Italia per lungo tempo tormentata dalla corruzione e dall'infiltrazione di capi delle gang nelle imprese, in particolare nel settore delle costruzioni. "Non abbiamo parole". Un incontro con il premier durato circa un'ora per testimoniare la vicinanza delle istituzioni alle famiglie colpite dalla tragedia. "A carattere ancor più generale - osserva Occhiuzzi - va ricordato che la sequenza di crolli di infrastrutture stradali italiane sta assumendo, da alcuni anni, un carattere di preoccupante 'regolarità': nel luglio 2014 è crollata una campata del viadotto Petrulla, sulla strada statale 626 tra Ravanusa e Licata (Agrigento), spezzandosi a metà per effetto della crisi del sistema di precompressione; nell'ottobre 2016 è crollato un cavalcavia ad Annone (Lecco) per effetto di un carico eccezionale incompatibile con la resistenza della struttura, che però è risultata molto invecchiata rispetto all'originaria capacità; nel marzo 2017 è crollato un sovrappasso dell'autostrada adriatica, ma per effetto di un evento accidentale durante i lavori di manutenzione; nell'aprile 2017 è crollata una campata della tangenziale di Fossano (Cuneo), spezzandosi a metà in assenza di veicoli in transito e con modalità molto simili a quelle del viadotto Petrulla". "Io ci passavo due volte giorno - conclude una delle amiche". Si tratta di due autisti che si erano registrati al lavoro e risultavano poi irreperibili.

More news: Golf, Europei: azzurri sul podio, è bronzo a Glasgow

Avevano 26 anni e 24 anni, Jesus Erazo Trujillo e Stella Boccia, la coppia di fidanzatini che stava percorrendo il viadotto al momento del crollo. In una città ammutolita e in una Val Polcevera immersa nel buio, tra le luci dei mezzi d'emergenza, sono andati avanti tutta la notte senza sosta gli scavi sotto le macerie. "Ciao Andre...", lo hanno salutato gli amici attraverso Facebook. All'ospedale San Martino di Genova sono 5 i codici rossi, tutti pazienti con politraumi.

Continua ad essere obbligatorio, come disposto dalle autorità locali, per i viaggiatori in arrivo o in partenza dall'area portuale o aeroportuale della città di Genova, l'itinerario alternativo indicato, anche allo scopo di agevolare la circolazione dei mezzi impegnati nelle attività di recupero e soccorso presso l'area interessata dal crollo.

Come questo: