Pubblicato: Mer, Agosto 15, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Aquarius, accordo europeo sui migranti: Malta apre il porto

Aquarius, accordo europeo sui migranti: Malta apre il porto

All'intesa partecipano anche Francia e Portogallo, (quest'ultimo accoglierà 30 migranti) e altri Paesi non resi noti. Barcellona si candida, ma Madrid si oppone. "Queste persone hanno sfidato con coraggio viaggi pericolosi e condizioni inumane in Libia solo per finire bloccati in mare per governi che vergognosamente hanno abdicato alla propria responsabilità di proteggerli", afferma Maria Serrano, del settore migranti della Ong. I coordinatori dell'imbarcazione spiegano: "Lo Stato di bandiera della nave non è responsabile del coordinamento di operazioni di soccorso". Questo è stato reso possibile grazie al sostegno di Francia, Spagna, Germania, Portogallo e Lussemburgo, che hanno concordato di prendere una parte di migranti, che si trovano a bordo della nave. Può andare dove vuole, non in Italia! "A questo punto il Regno Unito si assuma le sue responsabilità per la salvaguardia dei naufraghi", ribadisce il ministro dei trasporti e infrastrutture Danilo Toninelli su Twitter.

Una reazione questa al nuovo stop dato dal ministro dell'interno Salvini all'apertura dei porti italiani, tirando in ballo in un tweet la stessa Gibilterra.

More news: Luka Modric, Inter addio. Per i quotidiano spagnoli resta a Madrid

Non si sblocca la situazione per i 141 migranti a bordo della nave, ancora nel Mediterraneo, fra Lampedusa e Malta, in attesa di indicazioni. Il governo di Pedro Sanchez ha inoltre deciso di portare avanti l'appello che l'esecutivo dell'ex premier Rajoy aveva presentato davanti alla Corte europea dei diritti dell'uomo contro la condanna di Strasburgo per l'espulsione di due immigrati alla frontiera nel 2014. Per Nicola Fratoianni, segretario di Si, "l'Italia scivola ogni giorno di più nella vergogna di un governo che ha scelto di usare il proprio potere per contribuire alla morte, invece che per salvare la vita".

Giro: "Li caricano per imprese mediatiche" - "Fanno gli splendidi in mare, caricano centinaia di profughi irregolari e poi li scaricano sulle coste siciliane o spagnole e se ne vanno per le nuove eroiche imprese mediatiche", scrive in una nota il senatore Fi Francesco Giro in riferimento alla situazione dell'Aquarius.

Come questo: