Pubblicato: Mar, Agosto 14, 2018
Medicina | Di Gottardo Magnano

Ferrara, due decessi per west nile

Ferrara, due decessi per west nile

"Questo quadro epidemiologico, associato al monitoraggio delle zanzare infette, dimostra che il virus da West Nile è diffuso su gran parte del territorio dei comuni di questa Ulss e sua la trasmissione tramite la puntura dell'insetto, può verificarsi pressoché ovunque - osserva il direttore del dipartimento di prevenzione dell'Ulss4, Luigi Nicolardi - Pertanto le raccomandazioni per la popolazione sono sempre le stesse: occorre disinfestare con continuità le aree verdi private e pubbliche e rimuovere ogni ristagno d'acqua che può favorire la proliferazione della zanzara".

Cresce la paura per le punture della zanzare Culex dove solo a Ferrara, il 9 agosto, sono stati registrati due decessi. I casi sono al momento 15 a Padova, 16 a Rovigo, 3 a Treviso, 7 a Venezia, 2 a Vicenza.

More news: Yemen, raid colpisce un bus: 43 morti. È strage di bambini

Altre due morti per il virus West Nile, questa volta in Romagna. "La situazione è assolutamente sotto controllo - assicura l'assessore alla sanità Luca Coletto - e in tutti gli ospedali veneti si pone ogni attenzione in fase di diagnosi e si erogano tutte le cure necessarie". Le zanzare appartengono al genere Culex, tra cui la zanzara comune C. pipiens, mentre come serbatoio di infezione sono state identificate oltre 70 specie di uccelli, soprattutto passeriformi e corvidi, dove il virus può persistere da alcuni giorni a qualche mese. Il dottore spiega che la malattia è particolarmente pericolosa per alcune persone: "Le persone più anziane, con maggiore difficoltà a produrre risposte a livello di anticorpi". Le forme sintomatiche si manifestano con sintomi simil-influenzali lievi, febbre, cefalea, dolori muscolo-articolari, raramente accompagnati da rash cutaneo (febbre, WNF). Meno dell'1 per cento sviluppa una malattia neuroinvasiva, come meningite, encefalite o paralisi flaccida. Il rischio di malattia neuroinvasiva aumenta con l'eta' ed e' piu' elevato fra gli adulti di oltre 60 anni. Cercare, nei limiti del possibile, di alloggiare in ambienti climatizzati o comunque dotati di zanzariere alle finestre. Per proteggersi dalle punture è consigliabile usare repellenti sulla pelle e sugli abiti. In caso di presenza di zanzare all'interno dei locali, utilizzare spray a base di Piretro o altri insetticidi per uso domestico, oppure diffusori di insetticida elettrici, aerando bene i locali prima di soggiornarvi.

Come questo: