Pubblicato: Mar, Agosto 07, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Corea del Nord, Pompeo: mantenere pressione

Corea del Nord, Pompeo: mantenere pressione

L'allarme arriva da un rapporto di esperti indipendenti commissionato dal Consiglio di sicurezza dell'Onu e diffuso pochi giorni dopo le accuse dell'Intelligence americana, secondo cui Pyongyang starebbe sviluppando un nuovo missile balistico.

Sembrano così confermati i timori di quanti sospettavano che l'incontro tra Kim Jong-un e Donald Trump al vertice di Singapore non fosse stato troppo vincolante per il leader nordcoreano.

Il capo della diplomazia di Washington ha annunciato una dotazione di 300 milioni di dollari supplementari per la sicurezza della regione Indo-Pacifico e ha ringraziato il ministro degli Esteri cinese Wang Yi per la decisione di Pechino di continuare ad applicare le sanzioni. Tra le violazioni si cita in particolare "un ingente aumento nei trasferimenti illegali di petrolio da nave a nave". "Le nostre sanzioni resteranno in vigore fino a quando otterremo una denuclearizzazione completa e comprovata della Corea del Nord".

More news: Il Bari regalato a De Laurentiis

La Corea del Nord finora non ha rilasciato commenti sull'indagine. Il rapporto presentato all'ONU dice anche che la Corea del Nord ha venduto armi e attrezzature militare a Libia, Sudan e Yemen.

In missione a Singapore, il segretario di Stato americano, Mike Pompeo, ha invitato Russia e Cina a "non inviare più i prodotti in Corea del Nord". Secondo il segretario di Stato Putin ha violato le sanzioni ONU facilitando la formazione di joint ventur con società coreane. La richiesta di Pompeo perché i progressi sulla denuclearizzazione sono lenti.

Gli esperti hanno concluso che le attività della Corea del Nord hanno reso 'senza effetto' l'ultimo blocco di sanzioni imposte dall'Onu.

Come questo: