Pubblicato: Ven, Agosto 03, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Ministero Salute, bollino rosso per caldo in varie città - Salute & Benessere

Ministero Salute, bollino rosso per caldo in varie città - Salute & Benessere

Uno su tutti, evitare di uscire nelle ore più calde, dalle 11 alle 18, e bere molto spesso, quindi muoversi sempre con una bottiglia d'acqua a portata di mano.

A fronte di una speranza di vita salita nella Penisola a 82,8 anni rispetto alla media di 81,2 anni di dieci anni fa, la vera sfida - conclude Uecoop - sarà quella di gestire la qualità dei servizi, le risorse e l'assistenza con una flessibilità legata sia alle risorse disponibili, da parte di Stato e famiglie, sia alle nuove condizioni ambientali della vita quotidiana in particolare negli ambienti urbani dove le bolle di calore sono sempre più frequenti.

Anche Firenze a rischio di 'ondate di calore': è quanto annuncia il Ministero della Salute nel bollettino pubblicato quest'oggi.

La chiamano "la settimana rovente": ci si aspettano, si legge su 3bmeteo.com, "valori massimi pomeridiani superiori ai 35 gradi su pianure e fondovalle delle regioni centro-settentrionali, ma con locali picchi da 37 a 39 gradi sulle basse pianure lungo il Po tra Lombardia, Emilia Romagna e Veneto".

More news: Svolta bancomat: si potrà usare anche per gli acquisti online

Diverse allerte per il caldo, con livello 3, rosso, hanno interessato la provincia di Taranto in questo luglio 2018 che volge al termine. Come detto, lunedì potrebbe invece arrivare una forte perturbazione da nord, che potrebbe portare forti piogge e temperature più fresche.

Giorno dopo giorno, spiegano i meteorologi del Centro Epson Meteo, il caldo afoso notturno tenderà ad intensificarsi, con valori all'alba che faranno fatica a scendere sotto i 22-23 gradi. Il primo agosto allerta per Bologna, Bolzano, Campobasso, Firenze, Genova, Perugia, Pescara e Rieti.

Non dà tregua il grande caldo che ha colpito la città in questi ultimi giorni: anche oggi, mercoledì 1 agosto, Arpal ha emesso un avviso meteorologico relativo all'ondata che interessa la Liguria e all'elevato disagio fisiologico provocato dalle alte temperature su tutto il territorio regionale. A preoccupare oltre al termometro, è l'afa che diventerà ancora più soffocante con rischi concreti per la salute.

Come questo: