Pubblicato: Ven, Luglio 27, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Sciopero Ryanair all'aeroporto di Pisa: tante cancellazioni

Sciopero Ryanair all'aeroporto di Pisa: tante cancellazioni

Netta la Confconsumatori: "Lo sciopero non è una circostanza eccezionale che possa esimere la responsabilità delle compagnie aeree".

In alternativa al rimborso, che deve avvenire entro 7 giorni, la compagnia aerea può offrire anche la riprotezione, ovvero l'imbarco su un volo alternativo per la stessa destinazione.

La mancata accoglienza delle rimostranze ha messo sul piede di guerra i dipendenti.

More news: Lascia Altavilla, il manager sempre al fianco di Marchionne (Corriere della Sera)

Non esiste, come già successo in passato per lo sciopero Ryanair, una lista completa dei voli cancellati, proprio per la dinamica dello sciopero molti voli stanno subendo rimodulazioni o cancellazioni. Con l'Europa che apre all'ipotetico intervento pubblico, ma avverte: "Non abbiamo una soluzione preferita, come sapete siamo neutrali sulla proprietà, ovviamente è una possibilità che sia in parte di proprietà pubblica, ma quello che guardiamo è che (lo Stato, ndr) agisca come attore del mercato in modo che non ci siano aiuti di Stato".

Lo sciopero durerà dalle 0.00 alle 23.59 del 21 luglio. Le ripercussioni saranno ovviamente non solo nei Paesi in cui è scattata la protesta, ma in tutto il network Ryanair. Un esempio è rappresentato dalla sentenza della Corte di Giustizia Europea del 19 novembre 2009 che stabilisce il diritto alla compensazione pecuniaria, in analogia a quanto previsto per alcuni casi di cancellazione del volo, anche per i passeggeri che raggiungono la destinazione a partire da tre ore di ritardo rispetto all'orario di arrivo pubblicato. L'Enac da parte sua ha avviato una verifica sulle cancellazioni operate da Ryanair nelle fasce orarie di garanzia, per accertare "se siano realmente riconducibili allo sciopero in corso o siano state determinate da altre motivazioni".

Come questo: