Pubblicato: Mar, Luglio 24, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Vince Hamilton, Bottas 2°. Amarezza Vettel

Vince Hamilton, Bottas 2°. Amarezza Vettel

Il problema di affidabilità della Mercedes di Lewis Hamilton è stato la più grande sorpresa delle qualifiche del GP di Germania 2018. Con un po' di pessimismo alla fine della sessione, ha dichiarato che qui non è possibile firmare una rimonta, come ha fatto due settimane fa a Silverstone, sostenendo che non sarà possibile lottare per la vittoria o il podio. Però mi hanno detto di scendere dalla vettura e ho cercato di spingerla sino a dove poteva arrivare.

Errori che, a fine anno, rischiano di costare caro al pilota della Ferrari: siamo appena a metà stagione e il gap da Hamilton non è incolmabile - soprattutto vista la forza della SF71H in grado finalmente di colmare il divario con la Mercedes - ma il bottino di punti lasciati per strada comincia ad essere consistente. "Oggi non ci voleva". "Diciamo che ci sono delle regole chiare all'interno del team - ha dichiarato Raikkonen - ma la situazione non era chiarissima al momento". Era il GP di Francia, a Le Castellet, e il tedesco alla prima curva centrò in pieno Bottas, lasciando strada libera al trionfo di Hamilton. In condizioni di bagnato Vettel è uscito di pista nel 53° giro.

More news: Roma, Pallotta sospeso tre mesi dall'UEFA: criticò l'arbitraggio dopo Roma-Liverpool

Quanto alla condotta della SF71H sotto la pioggia, Raikkonen risponde così: "Non saprei dare giudizi sulla vettura in generale, ma solo sulla mia macchina. Ho commesso un errore piccolo dalle conseguenze enormi: sono arrivato un po' lungo in frenata e ho bloccato il posteriore". "Come sempre, bisogna ricordarsi che la gara si svolge la domenica e non il sabato e a volte non è l'auto più veloce che vince, come è successo qui in Germania".

Come questo: