Pubblicato: Lun, Luglio 23, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Marchionne lascia Fca. Finisce l'èra dell'uomo che ha provato a cambiare l'Italia

Marchionne lascia Fca. Finisce l'èra dell'uomo che ha provato a cambiare l'Italia

Finisce l'era di Sergio Marchionne alla Fca. "Tutti i cambiamenti che si prospettano non rappresentano una minaccia" ha detto.

Meno di un mese fa, pranzando al Lingotto con un banchiere internazionale, parlava con sicurezza del suo futuro ormai perfettamente disegnato: fuori dalla Fiat e pronto, grazie a una buonuscita stellare, a diventare non solo il padrone ma anche il manager della Ferrari. Sergio ha anche realizzato un incredibile turnaround in Chrysler e ha posto le basi per un futuro migliore e più sicuro per noi tutti.

More news: Meghan Markle avrebbe delle difficoltà a capire certe regole reali

Il numero uno di Fiat Chrysler Automobiles è dietro qualcuna di queste mille finestre, di una clinica di Zurigo. Accanto a lui la compagna di vita è al suo capezzale dal giorno del ricovero, il 28 di giugno.

L'ultima uscita pubblica di Marchionne risale al 26 giugno 2018, quando a Roma ha partecipato alla cerimonia di consegna di una Jeep Wrangler, attrezzata per il pattugliamento in spiaggia, presso il comando generale dell'Arma dei Carabinieri. Sulle sue condizioni di salute, per motivi di privacy, non è stato scritto nulla di ufficiale da parte del suo gruppo, ma su 'Dagospia' è stata riportata una possibile diagnosi: 'Tumore ai polmoni'. Il manager a fine giugno si era sottoposto a un intervento chirurgico, ma durante il decorso post operatorio ci sarebbero state diverse complicazioni. Diventate tanto gravi al punto da renderne impossibile il ritorno al lavoro, si è specificato più tardi. Il nuovo presidente della Ferrari è invece John Elkann, guida della holding della famiglia Agnelli, la Exor. Si tratta di una situazione impensabile fino a poche ore fa, che lascia a tutti quanti un senso di ingiustizia - dice Elkann -. Nei prossimi giorni sarà convocata l'assemblea degli azionisti che lo nominerà amministratore esecutivo della società, ma da subito il cda gli ha conferito le deleghe a operare come ceo. Sergio Marchionne non è più il presidente di FCA e Ferrari, a causa dell'aggravarsi delle sue condizioni di salute. Sicuramente gli accordi nei paesi emergenti asiatici: nonostante vari tentativi e l'esistenza di punti di appoggio importanti - Ratan Tata è stato all'interno del consiglio di amministrazione di Fiat SpA dal 2006 al 2013 - il manager italo-canadese ha dovuto rivedere spesso la questione, senza però mai raggiungere partnership soddisfacenti sia dal punto di vista industriale sia commerciale. "Per me è stato una persona con cui confrontarsi e di cui fidarsi, un mentore e soprattutto un amico", sono alcuni dei passaggi della dichiarazione diffusa a nome di John Elkann.

Come questo: