Pubblicato: Lun, Luglio 23, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Formula 1, l'ottimismo di Vettel: "La Ferrari c'è"

Formula 1, l'ottimismo di Vettel:

Hockenheim negli ultimi 20 giri è diventata la domenica da incubo per la Ferrari di Vettel. Ancora una gara ricca di colpi di scena, condizionata tantissimo da un errore di Vettel e dal meteo. La macchina oggi era fantastica e sono davvero molto grato. "Con la pioggia è cambiato tutto - ha aggiunto il finlandese - ha reso scivolosa la pista in diversi punti".

La Mercedes di Lewis Hamilton improvvisamente si è fermata. Anche Ricciardo tornava alla ribalta della classifica e al giro 11 era in 13°posizione. Bravura nel riuscire a gestire nel migliore dei modi la fase di partenza, portandosi alle spalle del gruppo di testa dopo soli 14 giri, seppur con un distacco di oltre venti secondi da Sebastian Vettel.

More news: Finisce l’era Marchionne per Fca. A Manley la carica di amministratore delegato

Saranno i commissari a stabilire se quella del campione del mondo è stata una violazione dell'articolo 4 (d), appendice L, capitolo 4 del regolamento sportivo: se l'esito del confronto darà parere negativo per il pilota inglese, Hamilton potrebbe essere penalizzato di 5 secondi sul tempo totale perdendo così la vittoria conquistata in pista. Poi l'errore, l'escursione nella ghiaia e il regalo servito ad Hamilton.

Una manovra che la Mercedes non aveva preso bene, arrivando ad accusare a caldo la Ferrari di averla danneggiata con "incompetenza". Terza posizione per Kimi Raikkonen, alle prese con qualche grattacapo di troppo con le gomme. "Considerato quanto sopra, siamo del parere che una reprimenda è la pena appropriata per questa infrazione in questa occasione". Intanto mentre Bottas incalzava Hamilton, l'inglese entrava per il pit stop e montava le ultrasoft, ma poco prima dal muretto gli avevano assicurato pioggia in 6 minuti!?! Nel 2° tentativo sono stato più cauto per non perdere posizioni. Confusione in pista! Safety Car dentro e Raikkonen ai box per mettere le ultrasoft.

Come questo: