Pubblicato: Dom, Luglio 22, 2018
Medicina | Di Gottardo Magnano

Ragno violino, l'esperto: "Paure ingiustificate"

Ragno violino, l'esperto:

"Pensavo a una zanzara, ecco come mi ha ridotta". Soave sottolinea che non esistono al momento dati che comprovino che il morso del ragno violino sia "potenzialmente mortale per individui sani: nel 2015 e nel 2017 si sono verificati due decessi in Italia che, inizialmente attribuiti al morso di un ragno violino, sono stati poi riconosciuti come causati dalle gravi patologie preesistenti dei due pazienti". Come riportato da Il Messaggero, secondo l'infettivologo Fabrizio Pregliasco (direttore sanitario dell'Irccs Galeazzi di Milano): "È indispensabilecorrere in ospedale". Il problema vero è che il simpatico animaletto, grazie a questo suo "contatto", può trasmettere anche un bel po' di batteri anaerobi che proliferano in fretta e possono complicare non poco il decorso della lesione. I sintomi si manifestano entro due giorni dalla puntura: a quel punto è indispensabile correre in ospedale. Un rimedio naturale per tenere lontano i ragni è uno spray fai-da-te: fate bollire un po' d'acqua e aggiungete delle foglie di tabacco essiccate.

Il ragno violino - spiega nella scheda il dott. Il ragno violino è sempre stato presente in Italia e non esistono dati che giustifichino un aumento del livello di attenzione rispetto alla pericolosita' dell'esposizione dell'uomo al morso del ragno.

Il ragno violino "non è aggressivo", rassicura l'esperto, "è un animale schivo e solitario, non attacca e si difende solo se disturbato".

Ragno violino, l'esperto:

Per fare chiarezza scende in campo il Centro antiveleni del Policlinico, a cui si rivolgono pazienti del Lazio e del Centro Italia, con un vademecum ad hoc. Non esistono dati in favore di una particolare significativita' della riproduzione del ragno violino e in ogni caso non si puo' parlare di fenomeni di infestazione.

Quindi cosa è più opportuno fare nell'immediato, quando ci si accorge di essere stati morsi? In casi particolari il morso può provocare una lesione della cute di tipo emorragico e necrotico che non differisce da quelle provocate da altre tossine biologiche come ad esempio quelle di altri ragni, degli imenotteri come api, vespe, calabroni, e di animali marini. Poiche' nella stragrande maggioranza dei casi il morso provoca fenomeni locali di scarso significato clinico (arrossamento, prurito, irritazione) non è assolutamente appropriato allarmarsi recandosi nei pronti soccorso. Bisogna consultare un Centro Antiveleni descrivendo le circostanze, i segni e i sintomi eventualmente presenti.

More news: Chievo Verona, la Procura Federale chiede 15 punti di penalizzazione

Come questo: