Pubblicato: Ven, Luglio 20, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Truffe online, falsa mail Enel cerca di carpire dati carte credito

Truffe online, falsa mail Enel cerca di carpire dati carte credito

Qualche settimana fa era accaduto ai clienti di Unicredit, stavolta tocca a quelli di Enel.

More news: Juventus, Cristiano Ronaldo: "Farò la storia, non sono qui in ferie"

Al momento pare che il giochetto illecito di phishing sia stato fatto in Veneto, in provincia di Vicenza e Treviso, dove alcuni cittadini si sono visti recapitare dei messaggi, inviati da una società (che millanta di essere parte del gruppo Enel) che comunica al cliente-preda di aver pronto un rimborso per lui. E usano l'esca più appetitosa: i soldi. I messaggi presentano la comunicazione di un falso rimborso. Così facendo, però, si consegnano queste informazioni a dei truffatori che potranno utilizzarli per fare acquisti, svuotando il conto corrente delle vittime. Né il Gruppo Enel né società incaricate hanno inviato mail che informano il cliente di un credito da riscuotere per la sua fornitura e che invitano a collegarsi al link presente nella mail. Le procedure aziendali non prevedono in alcun caso la richiesta di fornire o verificare dati bancari e/o codici personali attraverso link esterni. Per ottenerlo bisogna inserire i dati della propria carta in un sito creato ad hoc, ma non è Enel a inviarlo: è il solito tentativo di phishing.

Come questo: