Pubblicato: Ven, Luglio 20, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Firmato l'accordo di libero scambio fra Ue e Giappone

Firmato l'accordo di libero scambio fra Ue e Giappone

"Nel caso dell'accordo con il Giappone vediamo più tutelata l'agricoltura italiana rispetto al Ceta e quindi siamo d'accordo e si va avanti", ha spiegato il ministro dell'Agricoltura, Gian Marco Centinaio, arrivando a Bruxelles per il Consiglio Ue Agricoltura, ricordando che "anche il ministro Luigi Di Maio in più di un'occasione si è espresso positivamente". Si tratta di un accordo commerciale che riguarda due delle più grandi aree economiche el mondo. "I cittadini italiani continueranno a vedere la pubblicità sul gioco, ma tali annunci pubblicizzeranno siti web che non sono autorizzati in Italia". Vengono risolti anche problemi delicati, come quelli relativi alle automobili, ssu cui dovranno essere armonizzati i sistemi di sicurezza, in modo che le autovetture non debbano essere sottoposte a nuove prove se esportate. Rimuovendo miliardi di euro di dazi, semplificando le procedure doganali e eliminando gli ostacoli al commercio al di là delle frontiere, offriremo un'opportunità per le imprese di entrambe le parti di incrementare le esportazioni e espandere le loro attività.

L'accordo di oggi "è un chiaro messaggio contro il protezionismo" - ha dichiarato Tusk nella conferenza stampa congiunta al termine dell'incontro -.

"Siamo a favore di questo tipo di accordi perché con la crescita delle nostre esportazioni nel mondo è sempre più importante avere regole condivise con i nostri partner commerciali". Oltre a una miriade di altri capitoli contiene anche una intesa sui rispettivi meccanismi di tutela dei dati.

Questa settimana la Commissione ha inoltre pubblicato una mappa interattiva che mostra le città europee che esportano in Giappone.

More news: Cristiano Ronaldo si presenta alla Juve: "Lascerò un segno anche qui"

"Nel complesso, il mercato europeo dell'auto gode di buona salute e sta assorbendo senza eccessivi contraccolpi gli effetti della messa in stato d'accusa del diesel anche per interessi diversi da quelli dell'ecologia". Lo strumento comprende infografiche per ciascun paese dell'UE, con il numero di imprese esportatrici, il numero di posti di lavoro sostenuti dalle esportazioni verso il Giappone, un elenco di prodotti esportati da ogni Stato membro e altre statistiche di importazione/esportazione.

Il suddetto accordo entrerà ufficialmente in vigore dopo essere stato approvato dalla Dieta giapponese e dal Parlamento europeo.

Allo stesso tempo, continuano i negoziati con il Giappone riguardo gli standard di protezione degli investimenti e sulla risoluzione delle controversie sulla protezione degli investimenti.

Come questo: