Pubblicato: Gio, Luglio 19, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Ue, multa record a Google per Android: 4,3 miliardi di euro

Ue, multa record a Google per Android: 4,3 miliardi di euro

Secondo la Commissione, Google avrebbe utilizzato Android, che alimenta più di tre quarti degli smartphone europei, per rafforzare il proprio dominio nella ricerca online sui rivali, cosa vietata dalle norme europee antitrust.

Google deve ora porre fine, entro 90 giorni, alla propria condotta illecita, altrimenti dovrà far fronte a sanzioni fino al 5% del giro d'affari medio giornaliero di Alphabet, la casa madre di Google.

Le dichiarazioni rilasciate dall'amministratore delegato di Google, Sundar Pichai, parlano esplicitamente di un sistema operativo che, alla luce della decisione di Margrethe Vestager, potrebbe non essere più gratuito per gli OEM. Inoltre, l'accusa evidenzierebbe come i produttori di smartphone sarebbero costretti a firmare un "Patto anti-frammentazione" che impedisce di utilizzare altre versioni di Android derivate da quella originale in cambio dell'utilizzo delle sue app. Infine, l'accusa sottolinea che Google fornisce incentivi finanziari per convincere i produttori ad adottare il suo motore di ricerca.

"Ma siamo preoccupati che la decisione di oggi possa stravolgere il delicato equilibrio raggiunto con Android, inviando un segnale preoccupante in favore dei sistemi proprietari rispetto alle piattaforme aperte‎".

More news: Amazon: è iniziato il Prime Day, ecco come funziona

La Commissione europea aveva formulato le sue accuse sul caso Android ad aprile 2016, dopo un'indagine che aveva dimostrato come l'azienda obblighi i produttori di smartphone e tablet a pre-installare Play Store (l'app store di Google), il quale può essere scaricato solo attraverso Google Search, il quale a sua volta può essere trovato solo con Google Chrome. Tali pratiche hanno negato ai concorrenti la possibilità di innovare e di competere in base ai propri meriti ed hanno negato ai consumatori europei i vantaggi di una concorrenza effettiva nell'importante comparto dei dispositivi mobili.

Google contesta invece questa lettura, sostenendo che il sistema Android è aperto e garantisce a migliaia di sviluppatori di poter proporre app a milioni di utenti.

Android ha creato più scelta per tutti, non meno: un ecosistema fiorente, innovazione rapida e prezzi più bassi sono le caratteristiche classiche di una forte concorrenza. Oggi l'80% circa dei dispositivi mobili in Europa e nel mondo utilizza Android.

Come questo: