Pubblicato: Mer, Luglio 18, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Lavoro: Di Maio, -8mila posti? numero spuntato all’ultimo, lobby contro di noi

Lavoro: Di Maio, -8mila posti? numero spuntato all’ultimo, lobby contro di noi

Il ministro del Lavoro Lavoro e Sviluppo economico Luigi Di Maio aggiusta il tiro: "Mai accusato Mef o Ragioneria".

"La relazione tecnica che accompagna il provvedimento ipotizza infatti che si possano perdere 8mila posti di lavoro per effetto delle misure previste". "Ci tengo a dirvi - continua Di Maio - che quel numero è apparso la notte prima che il decreto venisse inviato al Quirinale". "Non è una cosa che hanno messo i miei ministeri, non è una relazione che hanno chiesto i miei ministeri e soprattutto che hanno chiesto i ministri della Repubblica".

More news: Diritti tv: la Serie B è su Mediaset

Secondo il ministro quindi non ci sarebbe stato alcun cambiamento nel merito in quanto gli stagionali non hanno una causale e non l'hanno mai avuta: il Decreto Dignità introduce le causali per i contratti a termine generici, quelli cioè che si occupano in generale del tempo determinato. "Non c'e' voluto nemmeno un voto in aula, e' bastato il voto di una ventina persone nell'ufficio di presidenza della Camera, presieduto da Roberto Fico che abbraccio".

Il M5S definisce "gravissima" la vicenda che potrebbe portare a delle conseguenze. Dunque un dl dignità che invece di essere che la 'Waterloo del precariato' rischia di diventare la "Waterloo" dei lavoro stesso. Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio rispondendo a una domanda dei giornalisti sul Decreto dignità, a Matera dove ha visitato un Antenna 5G. I grillini contestano la relazione tecnica che prevede la perdita di 8.000 posti di lavoro, non si fa attendere la replica di fonti del ministero dell'Economia e della Finanza rilanciate dall'Ansa. "Consapevoli dell'incertezza che circonda le stime svolgeremo, come sempre, il monitoraggio attento, che peraltro la legge ci richiede - ha scritto il presidente dell'Inps in una nota - Ma sin d'ora, di fronte a questi nuovi attacchi - e a quelli ulteriori del ministro Salvini - non posso che ribadire che i dati non si fanno intimidire". Ad annunciarlo, secondo quanto riporta l'agenzia di stampa Ansa, sono "fonti qualificate" del Movimento 5 stelle. Ma quando le fonti dei 5Stelle hanno annunciato senza mezzi termini uno spoil system al Tesoro e alla Ragioneria per "togliere dai posti chiave chi mira a ledere l'operato di governo e M5s", l'obiettivo politico ha cominciato a prendere forma.

Come questo: