Pubblicato: Sab, Luglio 14, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Decreto dignità, salta causale rinnovo contratti stagionali

Decreto dignità, salta causale rinnovo contratti stagionali

"Oggi non c'era un consiglio dei Ministri ma una riunione programmata tempo fa dal presidente Conte con me, Salvini e Tria per discutere, come facciamo periodicamente, delle prossime iniziative economiche in sede europea". Invece, nella relazione tecnica, tutte le buone tesi che hanno accompagnato il decreto dignità sono andate a farsi benedire.

È Il Sole 24 Ore ad anticipare quella che potrebbe essere la vera novità sul lavoro introdotta dal Decreto Dignità. La tassa sui giochi contribuirà allo stesso scopo anche per 6 milioni nel 2019 e 34 milioni nel 2020. Di Maio, infatti, si aspetta una corsa alla stabilizzazione.

"Non è che qualcuno si inserisce nel periodo in cui stiamo emanando il decreto con nuovi contratti per tirare a campare".

"I contratti per attività stagionali possono essere rinnovati e prorogati anche in assenza delle causali", si legge nel testo bollinato.

More news: Thailandia: sono stati recuperati tutti i ragazzini e l'allenatore

"Se il Parlamento vuole fare delle proposte migliorative ben venga - prosegue - L'importante e' che non si entri mai piu' nel ragionamento per cui si dice o ce li fate sfruttare o li licenziamo". Di qui la cifra di 8 mila. E un aumento, già a partire da settembre, del Prelievo erariale unico su slot machine e videolotteries.

Stop pubblicità del gioco d'azzardo - Divieto assoluto di pubblicità per il gioco d'azzardo dal 2019 (tranne per i contratti già in essere).

A chi delocalizza multe da 2 a 4 volte i benefici Alle aziende che hanno ricevuto aiuti di Stato che delocalizzano le attività prima che siano trascorsi 5 anni dalla fine degli investimenti agevolati arriveranno sanzioni da 2 a 4 volte il beneficio ricevuto. Ma temo che più che aggiungere si tratterà di togliere molto. "Sicuramente gli effetti sono contraddittori, ma non sappiamo quanto questo aumenti il turn over sotto i 12 mesi", osserva Claudio Treves, segretario generale Nidil Cgil. Secondo la stima ci sarà una diminuzione dell'occupazione di 8mila unità l'anno fino al 2028. "Per noi l'introduzione della causale per i contratti a termine ristabilisce sicuramente una gerarchia, nel rispetto delle direttive europee che indicano nel tempo indeterminato il contratto centrale del mondo del lavoro - continua Treves - ma la causale non risolve il problema della precarietà". I risvolti in questo caso sarebbero negativi per tutto il paese.

Come questo: