Pubblicato: Gio, Luglio 12, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Thailandia: sono stati recuperati tutti i ragazzini e l'allenatore

Thailandia: sono stati recuperati tutti i ragazzini e l'allenatore

Come stannoMercoledì mattina lo staff medico che sta seguendo i 12 ragazzi e il loro allenatore ha tenuto una conferenza stampa.

Sono riprese alle 10:08 locali (le 5:08 in Italia) le operazioni di recupero degli ultimi quattro ragazzi intrappolati nella grotta Tham Luang con il loro allenatore. Tre dei ragazzini che sono stati salvati, sono stati portati in ospedale, uno però, è stato trasportato in elicottero.

Il gruppo era intrappolato da sabato 23 giugno nella grotta Tham Luang. Dopo più di due settimane, i soccorritori sono riusciti ad ultimare il lavoro di salvataggio e pochi minuti fa è stato tirato fuori sano e salvo anche il coach. Tutti sono molto deboli e per questo motivo non potranno assistere alla finale dei Mondiali di calcio in Russia, dove li aveva invitati il presidente della Fifa, Gianni Infantino.

More news: Thailandia, "è il giorno": inizia il recupero dei 13 calciatori

"Potrebbe essere dovuto al fatto che hanno passato tutto il loro tempo nella grotta insieme, come una squadra, aiutandosi l'un l'altro", ha spiegato Thongchai Lertvilairattanapong in un briefing all'ospedale Chiangrai Prachanukroh. Sono ovviamente debilitati dalla lunga prigionia sottoterra e spossati dalla traversata.

I ragazzi hanno lasciato la grotta in due gruppi in base alla forza fisica che ancora avevano. Ora dovranno restare sotto osservazione per almeno sette giorni. Nessuno ha la febbre, solo tanta nostalgia di casa. L'area è stata interdetta ai media. I Navy Seal thailandesi hanno celebrato il doppio successo del blitz tra ieri e oggi sulla loro pagine Facebook, stilando una lista che va dal "cinghialotto numero 1", al "cinghialotto numero 8" con la sintesi numerica del loro temporaneo trionfo: "2 giorni, 8 cinghialotti", e chiudendo il messaggio con un "Urrà!". I ragazzi salvati tra domenica e lunedì, di età compresa tra i 12 e i 16 anni, hanno chiesto di porter mangiare della cioccolata. Michael Scott, dirigente della società, vive in Thailandia per lunghi periodi e dice di aver assistito e aiutato durante le operazioni, e che sua moglie era cresciuta con Saman Kunan, il sommozzatore morto giovedì scorso durante i preparativi per l'estrazione. Ha già ricevuto un funerale reale, diventando un eroe nazionale. Purtroppo, sono rimasti bloccati li dentro per quindici giorni e per noi, sapere che ci sono stati delle svolte positive, è meraviglioso. Ora sono fuori da quella che sarebbe potuta diventare la loro tomba, virtualmente adottati da un intero popolo.

Come questo: