Pubblicato: Mer, Luglio 11, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Formula 1 Silverstone, analisi: lo spettacolo è servito

Formula 1 Silverstone, analisi: lo spettacolo è servito

In Francia, ho perso la mia ala, penso che sia facile ovviamente attaccare e avere una grande mossa e anche facile avere un incidente. La rivalità tra Ferrari e Mercedes è ormai scoppiata, ma la mossa distensiva di Hamilton, pur se arrivata in leggero ritardo, mette un freno alla pioggia di accuse arrivata appena terminata la gara di Silverstone. Rimangono in lotta per il terzo posto l'inglese e Raikkonen, ma arriva il contatto che compromette la gara del campione del mondo in carica.

Vettel è stato esemplare dall'inizio alla fine: parte bene a differenza di Hamilton che fa pattinare troppo le gomme e così passa subito al comando. Dalla seconda fila, accanto a Raikkonen, partirà Valtteri Bottas, l'altro pilota della Mercedes.

More news: Ronaldo Juventus, Calciomercato: martedì a Torino

Da applausi anche la rimonta di Hamilton, che al primo giro è stato coinvolto in un incidente con Raikkonen che lo aveva costretto a ripartire in fondo allo schieramento. Oggi avrebbe meritato di più.

Un miracoloso secondo posto non è abbastanza per Lewis Hamilton che, terminato il gran premio di Silverstone, parcheggia la sua monoposto sotto il podio e se ne va, non aspettando di rispondere alle classiche domande di Martin Brundle. Recupereranno, ma Grosjean si deve poi ritirare per un incidente con Sainz alla curva Copse (motivo della seconda safety car) mentre Magnussen perderà l'ottava posizione all'ultimo giro da Fernando Alonso (entrambi gli episodi investigati ma finiti senza penalizzazioni). Incompetente a chi? A Raikkonen? Chi è lui per giudicare un pilota? Non mi è rimasto niente quando sono entrato. Nonostante la pole position di ieri, Hamilton rimane piantato al semaforo verde, con Vettel che si prende la prima posizione, seguito da Bottas. Sempre meglio della Williams che ha ammesso gravissimo problemi di tipo aerodinamico al retrotreno, scagionando almeno i due piloti.

Come questo: