Pubblicato: Mar, Luglio 10, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Milan, Mirabelli: "Sarà un mercato a saldo zero. Sui nomi deciderà Gattuso"

Milan, Mirabelli:

Nella giornata di ieri il Direttore sportivo del Milan Massimiliano Mirabelli ha parlato a Sky rilasciando dichiarazioni scoraggiate. Abbiamo le idee chiare su cosa dobbiamo fare, sia in entrata in uscita. Ogni giocatore che esce o entra deve avere il via libera di Gattuso. "Sarà il Milan di Gattuso, per quanto mi riguarda rimarrei così, a meno che non sia qualcuno che ci faccia fare la differenza e sia da Milan". Già l'anno scorso abbiamo costruito una base solida e avevamo pensato a due/tre innesti. Dovremo fare un mercato a zero e avere tante idee, lavorare tanto. Berardi e Zaza non sono quei profili che fanno sognare i tifosi, soprattutto quando la Juventus è molto vicina a portare a Torino Cristiano Ronaldo. "Non ci sono state vacanze, stiamo lavorando per capire cosa fare e come rinforzare il Milan e per rendere la prossima stagione una grande annata".

" Kalinic ha tantissime richieste: dalla Russia, dalla Turchia, dalla Germania e dalla Spagna". Hanno una problematica loro per quanto riguarda il contratto del ragazzo, ci siamo dati due giorni per far sì che risolvano i loro problemi ma è richiesto anche in Italia.

Sulla situazione societaria: "Quest'anno dovevamo mettere tre giocatori importanti, purtroppo abbiamo avuto qualche entrata in meno dalla Cina e in più potremmo non giocare l'Europa League". Zaza? Nessun acquisto in considerazione oggi perché non sappiamo quanto abbiamo in tasca, quante risorse abbiamo a disposizione.

More news: Psg, visite mediche e firma per Buffon

Se a questi 26 milioni aggiungiamo i soldi che potrebbero arrivare dall'attacco, ecco che i conti tornerebbero a quadrare. Come quando hai fame, guardi il portafoglio e decidi se mangiare un panino con la mortadella o caviale e champagne.

"Uscirà solo chi avrà il benestare di Gattuso, nel momento in cui ci sarà qualche trattativa più avanzata io lo chiamerò e gli chiederò un parere".

Come questo: