Pubblicato: Sab, Giugno 30, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Summit Ue, migranti: accordi su base volontaria. Cosa prevede il testo


"Prima di tutto - ha detto - è il frutto della cooperazione europea, che ha prevalso su soluzioni nazionali, che non sono né efficaci né durevoli".

La moneta unica conferma il trend rialzista, salendo alle 8 ora italiana dello 0,67%, a $1,1642: un deciso balzao rispetto agli $1,1560 precedenti la notizia dell'accordo Ue sui migranti, valore non lontano dagli $1,1508, minimo in 11 mesi, testato la settimana precedente.

Bruxelles, 28 giu. (askanews) - Il premier italiano, Giuseppe Conte, ha impedito al Consiglio europeo in corso a Bruxelles di chiudere la sua prima sessione, quella meno controversa, dando per acquisiti i primi capitoli delle conclusioni del vertice, dedicati alla sicurezza e difesa, al commercio internazionale, alla crescita ecnomica e l'economia digitale, al bilancio pluriennale e all'allargamento dell'Ue, e al caso MH17 (l'aereo olandese abbattuto durante il conflitto della Crimea con i secessionisti filo russi). L'intesa era tutto fuorché scontata, se si considera che Conte aveva bloccato il consenso sulle conclusioni del Consiglio, facendo saltare anche la conferenza stampa tra il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk e il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, chiedendo che fosse subordinata a un accordo su tutti i contenuti del documento. E questo vuol dire che se gli hotspot li faranno solo Spagna, Italia e Grecia non cambierà molto nella dinamica del regolamento di Dublino III.

"Il premier assicura che l'Italia è soddisfatta, "è stata una lunga trattativa", dice lasciando il palazzo quando ormai ormai è l'alba, ma da questo vertice esce un'Europa più responsabile e solidale". "Compromessi al ribasso non li accetteremo". "E' passato - ha spiegato - il principio che il tema della regolazione e della gestione dei flussi migratori deve essere affrontato mediante un approccio più integrato, come avevamo richiesto, che riguardi la dimensione interna, quella esterna e il controllo delle frontiere, all'articolo uno".

More news: Dalla Spagna: il Real Madrid punta Suso, è il debole di Lopetegui

CENTRI SU BASE VOLONTARIA - Potranno essere creati in Europa dei centri di accoglienza nell'ambito degli Stati membri ma solo su base volontaria. "Tutte le navi operanti nel Mediterraneo devono rispettare le leggi applicabili e non interferire con le operazioni della guardia costiera libica".

Sui salvataggi in mare è emerso un nuovo approccio: d'ora in poi si prevedono azioni basate sulla condivisione e quindi coordinate tra gli Stati membri. A Bruxelles, dopo la chiusura dell'accordo sui centri di identificazione finanziati dalla Ue se "aperti" su base volontaria, il premier ceco Andrej Babis ha osservato: "Gli hotspot dentro l'Europa non sono il modo di affrontare la questione.". Abbiamo deliberato delle conclusioni su cui andremo a lavorare. "Quindi, per i Paesi che lo desiderano e che vogliono attrezzarsi per farlo ci saranno centri con una gestione collettiva europea".

"I paesi - si legge nel documento - devono prendere tutte le misure necessarie e collaborare strettamente tra di loro per contrastare i movimenti secondari".

"Si è finalmente affermato il principio del rifinanziamento del fondo fiduciario per l'Africa - ha sottolineato il presidente del Consiglio - che ci torna particolarmente utile per le rotte dei migranti nordafricani" e viene anche chiesto che vengano "intensificati i rapporti e gli accordi con i paesi di origine e transito dei migranti".

Come questo: