Pubblicato: Ven, Giugno 29, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Nainggolan, la prima conferenza da giocatore dell'Inter: ecco le sue parole

Nainggolan, la prima conferenza da giocatore dell'Inter: ecco le sue parole

Com'è Radja fuori dal campo? "Pomeriggio relax totale. Mi piace godermi la vita, andare a pranzo e a cena".

Il centrocampista belga si è presentato in conferenza stampa: "Fino ad ora non ho vinto nulla, spero di farlo ora". - "Mi sto godendo le vacanze". In passato sono stato contattato dall'Inter ma non c'erano le condizioni. Spero di fare una bella partita.

Quanto conta l'esperienza in campo internazionale per fare bene nelle coppe europee? "Spero di vincere qualcosa in fretta - aggiungi Nainggolan -". È una strada lunga ma tante squadre si stanno muovendo bene. Bisogna aspettare che loro sbaglino un campionato. Il mercato comunque è lungo e qualcun altro arriverà. Poi si esulta insieme. "Motivazioni e convizioni soprattutto".

Differenze tra Di Francesco e Spalletti riguardo il tuo ruolo? Dzeko vive di più per la squadra. "E' molto importante per un giocatore sentirsi importante".

Come valuti l'operato della "nuova" società nerazzurra? - "Lascio giudicare ai giornalisti".

"Non lo stresso per il mercato perché è al Mondiale, ma posso dire che è un grande giocatore e un amico". "Ma ci siamo sentiti anche al telefono: gli ho detto che sono molto carico e lui ha replicato: io ancora di più".

"Magari ha inciso ma forse avrei scelto lo stesso così. Alla fine della stagione vedremo dove saremo arrivati".

DZEKO E ICARDI - "Sono due grandissimi attaccanti, ma diversi". Spero di fare bene anche con Icardi. "Il contratto prevede altresì il riconoscimento ad A.S. Roma, in caso di futuro trasferimento a titolo definitivo del Calciatore, dalla F.C. Internazionale ad un alto club, di un importo pari al 10% del prezzo di cessione, fino ad un massimo di 2 milioni di euro". Si chiude una storia bellissima e per me rimarrà sempre nel cuore.

More news: Formula 1, GP Francia. L’analisi del venerdì al Paul Ricard

Sei stato vicino anche negli anni passati all'Inter? Degli interessamenti non mi occupo. "Posso soltanto dire che ogni cosa che ho fatto l'ho fatta dando il meglio di me stesso e con il cuore", scrive il belga su Instagram in un post che sta prendendo migliaia di "like". - "Ne volevo fortemente uno che includesse il 4, numero a cui sono legato".

"Non è stato lui a convincermi, ho scelto l'Inter perché mi sono sentito importante".

- Cos'è venuto meno con la Roma che ha portato al tuo addio?

La mia storia con la Roma poteva concludersi in maniera diversa, non aggiungo altro. Tutti mi hanno chiamato e mi hanno fatto sentire importante. "È stato importante e voglio ripagare la fiducia".

Con te l'Inter può lottare per lo scudetto?

"Non è solo Spalletti che mi ha convinto, ritrovarlo per me è un bene perché conosco il suo modo di lavorare".

Quali sono state le tue sensazioni da nerazzurro? "Se non lo faccio ora.".

Come questo: