Pubblicato: Sab, Giugno 23, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Lavoro, Di Maio: reddito cittadinanza in cambio 8 ore a comuni


"Ma mentre ti formi e lo Stato investe su di te, ti do un reddito e in cambio dai al tuo sindaco ogni settimana 8 ore lavorative gratuite di pubblica utilità", spiegato Di Maio. Ed è il ministro del Lavoro Di Maio a illustrare la novità durante il congresso della Uil. Sacconi si è detto poco fiducioso della "condizionalità" (ovvero il conseguimento del reddito di cittadinanza in cambio di 8 ore di lavoro) che a sua detta fino ad oggi non avrebbe funzionato.

Il tanto atteso provvedimento del reddito di cittadinanza, cavallo di battaglia del Movimento 5 Stelle, si arricchisce di un nuovo capitolo. Se infatti il capo politico dei grillini aveva parlato di riforma da realizzare entro il 2018, Tria (oggi in Lussemburgo) ha risposto indirettamente al vicepremier spiegando di non sapere "a cosa si riferiva", ma precisano che nelle sue interlocuzioni col Ministro del Lavoro non si è mai realmente entrati nei dettagli e "non mi è mai stata espressa questa idea": motivo per cui, di fatto, Tria ha tagliato corto coi giornalisti presenti in conferenza stampa, aggiungendo che non può al momento esprimersi né a favore, né contro le parole di Di Maio.

Disoccupati e inoccupati dovranno rivolgersi ai centri per l'impiego.

More news: L'approccio sui migranti deve cambiare "o salta Schengen"

LEGGI ANCHE Di Maio e il caso della scorta di SavianoReddito di cittadinanza.

"Il reddito di cittadinanza non è dare soldi a qualcuno per starsene sul divano".

E ancora: "Se così non fosse - prosegue Marini -, in realtà non si tratterebbe di ulteriori risorse che verrebbero richieste all'Europa, ma si tratterebbe invece di risorse già assegnate che verrebbero sottratte alle Regioni e a tutte quelle politiche locali per il lavoro, l'inclusione sociale, i percorsi di reinserimento dei disoccupati e cassa integrati". "Uno strumento che porta obiezioni, anche giuste, ma ci credo molto e dobbiamo farlo insieme".

Come questo: