Pubblicato: Gio, Giugno 21, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Mirabelli rassicura: "Fidatevi di questo Milan, i big resteranno"

Mirabelli rassicura:

Fellaini e Ceballos? Parliamo sicuramente di ottimi elementi, ma ripeto in questo momento non vogliamo fare promesse a nessuno. Queste le impressioni che ha generato Massimiliano Mirabelli nella chiacchierata, riportata dalla Gazzetta dello Sport, fatta ieri a Gallipoli. Occorre farsi sempre trovare pronti: le riunioni di mercato proseguono perché il monitoraggio non si ferma, anche se per ora non abbiamo fatto passi concreti con nessuno, in modo da evitare brutte figure. "Dobbiamo aspettare la decisione dell'UEFA, il nostro non sarà un mercato di rivoluzione ma di puntellamento della rosa". Poi, certo, il saldo negativo dello scorso mercato è stato ampio, ma occorreva rifondare. "Direi che abbiamo una buona base per costruire un grande Milan, a partire dall'allenatore". Il nodo è proprio Donnarumma: la cessione alle cifre che pretende la dirigenza del Diavolo (50-60 milioni) è complicata, Raiola non si fa strategicamente sentire e senza il grano di Gigione è difficile impostare qualunque trattativa. Yonghong Li, come ormai è ben noto, sta giocando su più tavoli, sia quello del rifinanziamento del debito con il fondo americano Elliott, ma anche quello relativo al possibile ingresso in società di un nuovo partner di minoranza. L'unico che ci ha fatto presente di avere altri progetti è Bacca. Per Kalinic e Silva la situazione è in divenire.

More news: Merkel e Macron vogliono rimandare migranti in Paese di approdo

Potrebbe essere un calciomercato con pochi acquisti quello che attende il Milan nei prossimi mesi. Ha solo 40 anni, quindi in linea con un gruppo giovane e poi è un uomo-Milan. Ecco le sue parole sul mercato: "Questo ci dà tante responsabilità, abbiamo dei grandi tifosi da rispettare. Basta pensare ai 65 mila col Craiova".

Come questo: