Pubblicato: Mer, Giugno 20, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Trump: "Bisogna separare i bimbi per perseguire i genitori"

Trump:

Imemdiata la risposta di Stéphan Dujarric portavoce del segretario generale che ritiene che "i rifugiati e i migranti debbano sempre essere trattati con rispetto e dignità e in conformità con il diritto internazionale esistente.I bambini non devono essere traumatizzati dall'essere separati dai loro genitori". La first lady "crede che dobbiamo essere un paese che segue tutte le leggi, ma anche un paese che governa con cuore", ha aggiunto la portavoce.

Una dura condanna nei confronti del giro di vite dell'amministrazione Trump è arrivata anche da Laura Bush, moglie dell'ex presidente repubblicano George W., secondo la quale la politica messa in campo da Washington è "crudele" e "immorale". "Queste immagini ricordano misteriosamente i campi di internamento americani giapponesi della seconda guerra mondiale, ora considerati uno degli episodi più vergognosi della storia degli Stati Uniti", ha scritto. La mossa di Trump, oltre a rimarcare la stretta alleanza con Israele, si può anche leggere con la volontà di dissociarsi e smantellare le politiche del suo predecessore. Forse la goccia che ha fatto traboccare il vaso per la Casa Bianca, che ha voluto motivare comunque la sua decisione con la presunta imparzialità del Consiglio verso lo Stato ebraico.

"Il popolo della Germania si sta rivoltando contro la sua leadership proprio a causa dell'immigrazione che sta scuotendo la già debole coalizione di Berlino". La criminalità in Germania è molto alta. Infine le accuse ai clandestini, tra cui "ci sono ladri, assassini", e alcuni dei "peggiori criminali sulla terra" che usano i bambini "per entrare nel nostro Paese".

More news: Elena Santarelli e la storia del piccolo Regis guarito dal cancro

"Trump può fermare la separazione dei bimbi" - Muro contro muro al Congresso americano sulla separazione dei bimbi dai genitori che entrano in Usa illegalmente. Solo due progetti repubblicani, in votazione questa settimana, ma che, almeno al Senato, hanno bisogno del sostegno dell'opposizione.

Pechino ha subito minacciato ritorsioni.

Come questo: