Pubblicato: Mer, Giugno 20, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

MotoGp, Motogp, Lorenzo vince gp Catalogna

MotoGp, Motogp, Lorenzo vince gp Catalogna

Il maiorchino in versione "The Hammer" ha firmato la pole position del Gran Premio della Catalogna, settimo round del Motomondiale. È l'allungo decisivoper la vittoria finale. Quando pennella in questo modo tra i cordoli, agli avversari non resta che ammirare. Lo spagnolo ha definito Valentino Rossi un campione. Ma la cosa più importante è avere rispetto e io ho un rispetto immenso per Vale e penso che lui lo provi a sua volta nei miei confronti. Anzi, più forte di tutti. Un piazzamento comunque fondamentale in ottica iridata, tenuto oltretutto conto della scivolata di Andrea Dovizioso, le cui speranze di lottare anche per il titolo MotoGP 2018 si affievoliscono sempre di più. La moto per me andrà bene su tutti i circuiti, non consuma tanto le gomme e questo è un grande vantaggio. "Adesso godiamoci questa vittoria e poi penseremo alla prossima gara".

"Due vittorie fila, fantastico".

Anche in terra spagnola Lorenzo non ha mai permesso che si mettesse in discussione la superiorità sua e della Ducati (peccato che l'anno prossimo lo vedremo all'Honda.). Marquez, con entrambe le gomme dure, poteva solo sperare in un errore del futuro, e minaccioso, compagno di squadra che non è arrivato, mentre Lorenzo a 16 tornate dalla fine è caduto alla curva 5 quando era terzo, escludendosi dalla corsa e lasciando spazio sul podio a Valentino Rossi. I suoi 66 punti in classifica iridata possono sicuramente crescere velocemente ma Lorenzo voleva ancora di più ed è definitivamente tornato il dominatore senza rivali del passato.

More news: MotoGp: Catalogna, Lorenzo in pole

Come cambiano le cose in dodici mesi. Jorge Lorenzo concede il bis dopo il Mugello, vincendo anche in Catalogna! Il leader del Mondiale sorride: "abbiamo fatto un ottimo lavoro nel fine settimana. Certo è uno zero pesante, ma guardiamo avanti". Basta ricordare, infatti, che lo scorso anno lui stesso ha recuperato 37 punti nei confronti di Maverick Vinales. Non è per niente un momento così pessimo, anzi. Lavoreremo sodo e andiamo ad Assen per cercare di migliorare la situazione: "non è facile ma ci rialzeremo". La convinzione e la motivazione, l'italiano ce le mette tutte.

Jorge fa una doppietta tra Mugello e Barcellona degna dei suoi tempi migliori in Yamaha, dando qualche grattacapo a Dall'Igna e Tardozzi, felici sì nel dopogara ma contenuti, quasi nostalgici, quasi pentiti, ma tant'è.

Come questo: