Pubblicato: Mar, Giugno 19, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Parigi è pronta ad accogliere i migranti dell'Aquarius

Parigi è pronta ad accogliere i migranti dell'Aquarius

In tutto 523 migranti sono arrivati a Valencia a bordo delle navi italiane. Lo riferisce il sito del quotidiano spagnolo 'El Pais'. Dopo nove giorni in mare hanno toccato finalmente terra i 629 migranti che da sabato scorso erano a bordo della nave Aquarius. Marco Imarisio del Corriere della Sera scrive che "nell'attesa che si definisca il loro status giuridico, la maggior parte dei migranti dell'Aquarius trascorreranno le loro giornate in abitazioni private, messe a disposizione dai cittadini di Valencia e dalla curia". Poco prima delle 7 ha attraccato alla molo numero 1 del porto di Valencia la Dattilo, la nave con a bordo 274 migranti dell'Aquarius. I minorenni verranno sicuramente mandati in un centro specializzato ad Alicante, una chance in più di farcela. Il nuovo governo italiano aveva negato alla Aquarius l'autorizzazione per arrivare in Italia - per dare un segnale all'Europa, secondo il ministro dell'Interno Matteo Salvini - e aveva chiesto al governo di Malta di gestire l'accoglienza dei migranti a bordo; Malta aveva rifiutato sostenendo che secondo il diritto internazionale stava all'Italia prendersene carico. La misura - che darà il tempo necessario per procedere alle richieste di asilo - è stata applicata in via "eccezionale" dal momento che i migranti dell'Aquarius non sono giunti in Spagna in maniera irregolare ma su invito delle autorità di Madrid, dopo la chiusura dei porti decisa dal governo italiano. La Guardia Civil spagnola ha reso noto di aver salvato complessivamente oltre 200 migranti in difficoltà in mare tra Gibilterra e Alboran.

"È impossibile addestrarsi a seguire le grida di chi affoga di notte in mezzo al mare": a parlare è Alessandro Porro, uno dei soccorritori italiani a bordo dell'Aquarius.

More news: Mancini eroe per un giorno: soccorre un’anziana investita

Il viaggio fino in Spagna non è stato facile.

La Spagna ha voluto fare le cose in grande, organizzando un evento che nelle intenzioni vuole essere epocale, e mostrare al mondo il nuovo corso del governo Sanchez sul tema immigrazione, e non solo. Due non sono mai stati ripescati.

Come questo: