Pubblicato: Mer, Giugno 13, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

F1 | Gp Canada, strategie e analisi in vista della gara

F1 | Gp Canada, strategie e analisi in vista della gara

Il GP del Canada 2018 si é concluso con la vittoria di Sebastian Vettel e della sua Ferrari.

Tanti infatti i problemi per il piloti, che il più delle volte hanno fatto fatica a tenere la vettura in pista. Si correrà sul Circuito Paul Ricard, situato a Le Castellet, che ha ospitato quattordici edizioni del Gran Premio di Francia di Formula 1.

Anche al termine delle FP2 è Max Verstappen con un tempo di 1:12.198. "Poi in gara di solito siamo più competitivi che in qualifca" ha concluso. Il pilota olandese, davanti al mattino, si ripete nella seconda sessione, fermando il cronometro sul miglior tempo di 1'12 " 198. I due sono alla pari sul tabellone delle qualifiche, dove la pole vale per entrambi 2,25; Hamilton mantiene il vantaggio nelle scommesse sul vincitore, ancora a 2,25, ma con il ferrarista che incombe alle sue spalle, a 2,75. Sotto quel limite ci sono pure Bottas, Verstappen, lo stesso Hamilton, Raikkonen e Ricciardo (in questo ordine).

More news: Bimbi intossicati alle mense scolastiche: scoperta la causa

Il gap rimediato da Hamilton non è esclusivamente di potenza e non è dovuto esclusivamente al fatto che la Mercedes utilizzava un propulsore con parecchi chilometri sul groppone.

Il team anglo-austriaco ha deciso infatti di puntare sulle HyperSoft nel primo stint della corsa, a differenza delle Rosse e delle Frecce d'Argento che prenderanno il via con le UltraSoft. Completano la top ten Carlos Sainz Jr. Il francese è 8° con il personale di 1'13 " 747, mentre il compagno di team messicano è poco dietro, a 7 millesimi di ritardo e a 1 " 56 di ritardo dalla vetta. Ottima ancora la Sauber che con la gomma rosa permette a Ericsson di fare il secondo stint di gara con un ottimo passo (1.17.1).

Come questo: