Pubblicato: Mar, Giugno 12, 2018
Cultura | Di Socrate Ginnetti

F1 in Canada, Winnie Harlow sbandiera un giro prima

F1 in Canada, Winnie Harlow sbandiera un giro prima

Insomma hanno detto allo sbandieratore di sventolare un giro in anticipo: "quindi tutto questo non ha nulla a che fare con il fatto che sia stata una celebrità a tenere in mano la bandiera a scacchi". "Gli errori fanno parte del gioco e l'imprevisto andrà sempre messo in conto finché ci sarà una figura umana a gestire questi eventi". Una disavventura già capitata in passato in Formula 1, ma che Charlie Whiting, direttore di gara, non se la sente di addossare alla modella: "La bandiera a scacchi è stata esposta con un giro di anticipo a causa di una cattiva comunicazione con l'ufficiale che cura lo start e l'arrivo, la colpa non è sua".

In realtà, una conseguenza c'è stata, e a farne le spese è stato Ricciardo. Lei, incolpevole e imbarazzata, si è addirittura scusata sui social.

Dunque Winnie Harlow si è trovata ad essere colpevolizzata per un errore non suo, come del resto aveva subito cercato di far capire in un tweet pubblicato sul suo account poco dopo il "fattaccio". Pensava che fosse l'ultimo giro, ha chiesto al race control e glielo hanno confermato.

More news: Avanti un altro Pure di sera: da Bonolis è tutto della D’Urso

Il regolamento, infatti, impone che, in caso di sventolamento della bandiera a scacchi prima del previsto, la gara si concluda con la classifica fatta registrare al completamento del giro precedente.

"Gli addetti ai lavori sanno che questo significa essere al giro 69, ;ma qualcuno che osserva in maniera più superficiale può pensare "Oh ma siamo nell'ultimo giro". Ma quali sono i motivi di questo errore? Per fortuna non c'è stato un danno reale, perché quello che è successo non ha influenzato il risultato della gara.

Il direttore di gara ha anche parlato della difficoltà di comunicazione con commissari di altri Paesi, che spesso non conoscono l'inglese a perfezione. La bandiera a scacchi gli ha guastato la festa.

Come questo: