Pubblicato: Sab, Giugno 09, 2018
Medicina | Di Gottardo Magnano

Bimbi intossicati alle mense scolastiche: scoperta la causa

Bimbi intossicati alle mense scolastiche: scoperta la causa

La Asl ha individuato il batterio causa dell'intossicamento.

Non è il batterio della salmonella ma la maxi intossicazione alimentare che ha portato al ricovero di ben 180 tra studenti e professori delle scuole di Pescara sarebbe legata alla presenza del batterio campylobacter. Coinvolte sono sei o sette scuole della città con bambini residenti n zone diverse del capoluogo adriatico. Circa 150 sono arrivate al pronto soccorso di Pescara; 23 i bambini attualmente ricoverati nel reparto di Pediatria.

Mentre procedono le analisi dei campioni prelevati sui bimbi finiti in ospedale, molti dipendenti della società di refezione scolastica sono andati volontariamente a sottoporsi ad analisi. Tutti i ricoverati sono stati sottoposti a una terapia contro quel il batterio e si sta rivelando efficace. Lo hanno stabilito i risultati del prime analisi dell'indagine epidemiologica effettuata dalla Asl di Pescara sui piccoli coinvolti.

More news: Nasce Governo M5S-Lega: Conte accetta l'incarico e presenta lista dei ministri

Il sospetto agente eziologico, spiega l'azienda sanitaria, si consolida in una più che ragionevole ipotesi che il patogeno sia rappresentato dal Campylobacter Jejuni, responsabile di gastroenteriti molto diffuse soprattutto nei paesi del Nord Europa e nei paesi dell'Est.

La carne di pollo è quella che rischia di provocare maggiori problemi e la contaminazione non deve arrivare necessariamente dal consumo della carne, in quanto il batterio muore con la cottura, ma può avvenire anche dal contatto con posate, taglieri e altri strumenti di preparazione che poi vengono usati per preparare anche altri piatti crudi o poco cotti (ad esempio insalate o per tagliare pane ecc). I sintomi sono solitamente leggeri o moderati e consistono in diarrea, dolori addominali, febbre, mal di testa, nausea e vomito.

Come questo: