Pubblicato: Gio, Giugno 07, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Nasce Governo M5S-Lega: Conte accetta l'incarico e presenta lista dei ministri

Nasce Governo M5S-Lega: Conte accetta l'incarico e presenta lista dei ministri

La riunione ha prodotto la lista definitiva dei futuri ministri che vede all'Economia il professor Giovanni Tria.

Domani alle 16 il giuramento al Quirinale, poco prima del tradizionale ricevimento per la festa della Repubblica. Ecco la lista con la quale il presidente del consiglio incaricato, secondo quanto si apprende, si presenta a colloquio al Quirinale con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. A chi gli chiedeva un commento sulla sparatoria di Vibo Valentia, il leader della Lega ha risposto: "Non è mai la violenza la risposta per risolvere alcun tipo di problema".

"Il governo populista e di destra che nasce ha un programma pericoloso per il Paese - ha detto Maurizio Martina annunciando la scelta scontata dell'opposizione - e le ultime giornate purtroppo confermano le nostre preoccupazioni di sempre".

"E' ora di far ripartire il Paese, di mettere da parte la Fornero, di istituire il Reddito di Cittadinanza e il salario minimo orario". Qui è stato raggiunto da una nuova convocazione ufficiale per le 19.30 al Colle, dove ha rimesso l'incarico di premier accettato con riserva il 28 maggio.

More news: Diritti tv: Lega archivia Mediapro, trattative private

Così, con Giuseppe Conte presidente del Consiglio e Giovanni Tria al posto di Paolo Savona al ministero dell'Economia, nasce il governo di Movimento Cinque Stelle e Lega. "Io gli voglio dare una bella sforbiciata, mi sembrano un po' tantini sinceramente", aveva spiegato il leader della Lega. Esteri: Moavero Milanesi. Giustizia: Alfonso Bonafede (M5S).

Il dicastero dei Trasporti e Infrastrutture va a Mauro Coltorti, geologo marchigiano, professore ordinario all'università di Siena prima di diventare senatore M5S, Marco Bussetti, professore di educazione fisica in quota Lega, diventerà ministro dell'Istruzione mentre Alberto Bonisoli, esperto nel settore dell'alta formazione e del design, sviluppatore di progetti internazionali in quota M5S, va ai Beni Culturali. È spuntato anche qualche nome nuovo per la casella del Mef, quello dell'economista Pierluigi Ciocca, candidatura poi smentita.

Gli analisti di Barclays ritengono che le tre opzioni possano contribuire a stabilizzare il sentiment del mercato, almeno a breve termine, inclusa l'opzione M5S-Lega, a condizione che tale governo sia affiancato da un forte ministro delle finanze "fiscalmente responsabile come Carlo Cottarelli o qualcun altro con una posizione simile".

All'attacco invece il segretario del PD Martina che ha sperato fino alla fine che il governo non prendesse la luce. "Ma non abbiamo mai chiesto posti". Vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno: Matteo Salvini.

Come questo: