Pubblicato: Gio, Giugno 07, 2018
Cultura | Di Socrate Ginnetti

Magnini: richiesta la squalifica di 8 anni per doping

Magnini: richiesta la squalifica di 8 anni per doping

Il celebre nuotatore azzurro è indagato dall'antidoping per la presunta violazione degli articoli 2.2 (uso o tentato uso di sostanze dopanti) e 2.9 (favoreggiamento) del Codice mondiale della Wada, e per somministrazione o tentata somministrazione di sostanza vietata (articolo 2.8). Magnini è ancora un tesserato della Federazione italiana nuoto (Fin), nonostante il ritiro annunciato nel dicembre 2017. Lo ha detti il presidente del Coni, Giovanni Malagò, a margine della consegna dei diplomi della XIII edizione del master SBS (Sport Business Strategies) presso il Salone d'Onore del Coni, commentando le notizie sulla richiesta di squalifica per doping dell'ex nuotare Filippo Magnini da parte della Procura di Nado Italia per 8 anni.

Per il collega ed ex compagno di Nazionale Michele Santucci, cui è contestata la violazione del solo 2.2 del codice Wada, sarebero stati chiesti dal Procuratore Pierfilippo Laviani 4 anni di squalifica. Magnini non sarebbe coinvolto direttamente nel traffico di queste sostanze, ma avrebbe un pesante coinvolgimento nell'uso di tali sostanze. Saranno giudicati, non prima di settembre, dalla prima sezione del Tribunale di Nado Italia, presieduta da Adele Rando.

More news: "Giornata mondiale senza tabacco": gli esperti della Asl incontrano i cittadini

L'indagine parte dall'inchiesta penale pesarese sul medico nutrizionista Guido Porcellini, che aveva frequenti contatti con Magnini di cui era dietologo e mentore. Confermata la totale estraneità di Federica Pellegrini. Per i quali, non essendo tesserati, arriveranno presto richieste di inibizioni. Magnini, che è sempre stato un simbolo della lotta al doping, ha sempre respinto le accuse nei suoi confronti. Il legale dei due atleti non ha rilasciato commenti.

Come questo: