Pubblicato: Mer, Giugno 06, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Governo, Renzi a Salvini: "Attento alle parole, ora è ministro"


"La rispetteremo quando, alla fine del mese, ci rappresenterà il Consiglio europeo di Bruxelles.la difenderemo e la rispetteremo quando, all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, Lei prenderà le parole a nome di tutti noi".

Renzi aggiunge: "Noi le garantiamo che la nostra opposizione non occuperà mai i banchi del governo non insulterà mai i ministri della repubblica, non attaccherà mai le istituzioni del nostro paese al grido 'mafia, mafia, mafia'". Il tour internazionale, che ha già vissuto delle tappe in Kazakistan e in Cina, sempre accompagnato dal fido Marco Carrai, si interromperà a ottobre, quando dal 19 al 21 si terrà la Leopolda nel corso della quale, oltre a presentare il libro sul quale sta lavorando, l'ex premier annuncerà le prossime mosse politiche, che stando alle indiscrezioni potrebbero spaziare dalla rinnovata sfida da lanciare all'interno del Partito Democratico - Renzi potrebbe sostenere la corsa di un fedelissimo alla segreteria - all'ipotetica creazione di un nuovo movimento sullo stile del francese "En Marche" di Emmanuel Macron, con il quale provare a fare da centro di gravità per tutto l'universo moderato che si contrappone al governo "populista", cercando di catturare anche l'elettorato in uscita da Forza Italia e tuttavia lontano dalla Lega di Matteo Salvini. Lei è un premier non eletto, un mio collega, ma nessuno può negarle la legittimità. È vero che avete fatto la storia almeno otto volte in 89 giorni, ma voi non siete lo Stato, siete il potere. "E' cambiato il vocabolario" asserisce Renzi ed elenca i casi: "Quello che nella XVII legislatura era 'il governo dei non eletti' oggi si deve dire 'governo dei cittadini'"; oppure "l'inciucio" definito ora "contratto", il "trionfo della partitocrazia" è diventato "democrazia parlamentare". "Non so se è il governo del cambiamento".

Riferendosi al programma dell'esecutivo gialloverde, l'ex presidente del Consiglio poi ha aggiunto: "Il contatto è scritto con l'inchiostro simpatico e garantito da un assegno a vuoto". "Hanno promesso sogni da 100 miliardi: il reddito di cittadinanza ne vale 20, la Flat tax 60, quota 100 vale 16, le clausole Iva 12 - sottolinea Renzi -".

More news: Ventura: "Nazionale? Mi sento deluso e tradito. Adesso il mio obiettivo è…"

Renzi non rivela quanto abbia guadagnato, ma abitualmente gli ex capi di Stato o di governo che partecipano a questo tipo di eventi ricevono somme nell'ordine delle decine, o centinaia per più pagati, migliaia di euro. E non avete più alibi rispetto a ciò che c'è da fare.

"A Salvini voglio parlare da padre a padre: ora rappresenti il Paese, non possiamo permetterci di creare polemiche". Non possiamo permettercicrisi con la Tunisia, creare un clima incendiario. Pensiamo che in quei banchi ci sia la coalizione di domani, noi siamo un'altra cosa. Abbiamo un'altra visione sui diritti.

Come questo: