Pubblicato: Mar, Giugno 05, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Finale Champions, la verità sulle papere di Karius

Finale Champions, la verità sulle papere di Karius

Karius al 49' era stato colpito da una gomitata del difensore del Real Madrid Sergio Ramos.

Il portiere del Liverpool Loris Karius, che nella finale di Champions League persa contro il Real Madrid è stato diretto responsabile di due dei tre gol segnati dagli avversari, potrebbe aver giocato al di sotto delle proprie capacità per le conseguenze di una commozione cerebrale durante la partita.

More news: Inter, Antonello: "Icardi alla Juve? Dobbiamo stare sereni"

Andando a rivedere la partita, si nota come Karius sia rimasto a terra per qualche secondo dopo il colpo di Sergio Ramos, non ravvisato dall'arbitro: quest'ultimo aveva fermato il gioco dopo che il pallone era uscito, mentre il portiere del Liverpool si lamentava con il direttore di gara per non aver fischiato il fallo. Karius ha subito un trauma cranico durante la partita del 26 maggio. Insomma, Karius si sarebbe trovato in stato confusionale, e aveva anche tentato di far notare al giudice di linea e a un assistente l'episodio capitato al 49'. Karius suggerivano la possibilità di un disfunzione spazio-visiva che probabilmente ha avuto la sua causa in quell'impatto. "Karius presenta sintomi residuali i quali dimostrano che dopo il contatto esistevano palesi disfunzioni visive e di orientamento che hanno inciso sulla sua efficienza e sulla sua prestazione e che necessitavano di un intervento immediato" il comunicato del Massachusetts General Hospital. "Tale deficit può avere influito negativamente sulla prestazione". Karius ha mostrato miglioramenti significativi e costanti, e speriamo che possa recuperare completamente, stando ai risultati dell'esame. "Ci aspettiamo che con il trattamento e seguendo i protocolli di attività prescritti continuerà a migliorare", hanno concluso.

Come questo: