Pubblicato: Dom, Giugno 03, 2018
Esteri | Di Evidio Veneziano

Pregiudicato agli arresti domiciliari picchia la moglie, intervento della polizia

Pregiudicato agli arresti domiciliari picchia la moglie, intervento della polizia

E la sua reazione è stata violenta. A questo punto ha picchiato entrambi e ha poi trascinato per i capelli la 27enne fino a casa, sottoponendola a violenza sessuale. Il gip Fabio Lombardo ha disposto la misura cautelare in carcere dopo aver convalidato l'arresto, accogliendo la richiesta del pm Chiara Pistolesi.

Si tratta di un 37enne per il quale il Gip del Tribunale di Arezzo ha convalidato la custodia cautelare in carcere con diverse contestazioni di reato tra cui la violenza sessuale. Quello di Arezzo è soltanto l'ultimo dei recenti casi di donne malmenate se non addirittura uccise da ex mariti ed ex fidanzati. Si pensi a quanto accaduto soltanto ieri pomeriggio a Seregno, dove una ragazza albanese di appena 24 anni è stata presa a coltellate dall'ex marito marocchino (che non accettava la separazione), davanti al loro figlio di appena 5 anni. Nella sua denuncia la giovane ha raccontato che il consorte, che lavora come operaio a Hyderabad, le ha chiesto un giorno di accompagnarlo allo stagno del villaggio dove era in attesa un vicino di nome Abhiram Dalai.

More news: Parte Napoli Pizza Village, menù completo a 12 euro: come acquistare

Il protagonista dell'aggressione è un uomo di 37 anni che viveva già separato dalla moglie da temo. Prima li picchia entrambi e poi, pare, stupra anche la stessa donna: la sequenza, ancora da ricostruire al meglio per gli inquirenti, avrebbe visto in un primo momento la sorpresa dell'uomo nello scoprire il tradimento della moglie fedifraga.

Come questo: