Pubblicato: Mer, Mag 30, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Hamilton non fa sconti Più che correre abbiamo girato... - FORMULA 1

Hamilton non fa sconti Più che correre abbiamo girato... - FORMULA 1

Ha dominato dall'inizio alla fine, mettendo la sua firma su tutte le sessioni disputate nel Principato: Daniel Ricciardo è il protagonista assoluto del GP di Monaco 2018 in cui è riuscito a portare la Red Bull davanti a tutti conquistando così la seconda vittoria stagionale. Ricciardo ha concluso il Q3 con il tempo di 1:10:810, che diventa il nuovo record ufficiale del circuito, precedendo di 229 millesimi la Ferrari di Seb Vettel.

Vince Ricciardo, in testa da subito, su Vettel ed Hamilton, quarto Raikkonen e quinto Bottas. E'questo il commento a caldo di Daniel Ricciardo, moltoemozionato, dopo aver vinto il Gp di Monaco di formula uno."Abbiamo avuto dei problemi - ha aggiunto il pilota della RedBull - e ho avuto parecchio filo da torcere". Al giro 72 Leclerc, dopo un'ottima gara, purtroppo ha un problema ai freni e non riesce ad evitare l'incolpevole Hartley. L'olandese è stato ancora una volta protagonista di una sciocchezza che però stavolta gli è costata molto cara. Sul podio assieme al pilota Red Bull, al secondo posto Sebastian Vettel (Ferrari) e terzo, Lewis Hamilton (Mercedes), così come erano partiti dalla griglia di partenza.

In casa Mercedes, poi, avranno da gestire anche la scelta delle gomme per la gara, visto che il loro tentativo di qualificarsi per la Q3 con le Ultrasoft è fallito. Se Verstappen non dovesse fare pace con se stesso, e con il mondo, gli uomini di Horner hanno già la soluzione pronta.

Un successo nato sì dalla competitività della macchina, ma anche dalla bravura del pilota australiano, che ha saputo metterci del suo sfruttando a pieno il potenziale dell'auto a disposizione.

More news: Inter, svelata la nuova maglia: è un ritorno al passato

L'australiano, 28 anni, dominatore di tutto il fine settimana, partito al palo come due anni fa, resiste all'attacco di Sebastian Vettel sotto i semafori verdi e conduce la gara in testa fino in fondo, superando anche i problemi che intorno al 30° giro sembrava accusare al motore ("perdo potenza" dice via radio) mentre compulsivamente trafficava sui pulsanti del volante. "Gara? Partiamo dalla 5 posizione ma sappiamo che tutto può accadere qui anche se è più facile partire dalle prime due file, al posizione p quella ma non molleremo, la gara è domani", ha dichiarato Bottas al termine delle qualifiche ai microfoni Sky.

È un Daniel Ricciardo al settimo cielo quello che commenta la sua vittoria nel Gran Premio di Montecarlo di F1. Con la gestione delle gomme, non ho avuto problemi, anzi erano piuttosto buone: solo un po' di graining con il primo set, per il resto sono andate bene.

Vettel ha fatto riferimento alla fiducia nelle gomme in quanto, cosi come tutti i suoi colleghi delle prime quattro posizioni, ha cambiato molto presto le gomme hyper passando alle ultra.

Come questo: