Pubblicato: Lun, Mag 28, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Roma, Giro d'Italia tra le polemiche: tracciato insicuro, tutti a 60 all'ora

Roma, Giro d'Italia tra le polemiche: tracciato insicuro, tutti a 60 all'ora

Le condizioni del manto stradale nel centro della Capitale "macchiano" in modo indelebile la passerella finale del Giro d'Italia a Roma per l'ultima tappa.

Chris Froome ha vinto il 101° Giro d'Italia, ma la 21a e ultima tappa - sviluppatasi in circuito nel centro storico di Roma - è stato un flop Capitale. "Sono fortemente dispiaciuto per tutto questo, per la squadra, per gli sponsor che rappresento - aggiunge - per la mia famiglia, ma non aveva più senso andare avanti. Aru ha abbandonato quando si trovava in 122esima posizione in classifica, a 26'06" da Simon Yates.

Gran parte degli 11,5 km del tracciato erano infatti su selciato in sampietrini, a tratti anche molto sconnesso e comunque scivoloso, tanto che quasi tutti i corridori si sono fermati per sgonfiare la pressione dei tubolari alle proprie biciclette. Froome in classifica generale precede l'olandese Tom Dumoulin, vincitore del Giro dell'anno scorso. "Ho provato a reagire, onorando la maglia che indosso, per esaltare i tifosi e il Giro d'Italia, ma non ce l'ho fatta". Così all'Ansa la direzione di corsa del Giro d'Italia. E' la prima vittoria del corridore inglese, che ha già vinto quattro Tour e una Vuelta. Ma gli ufficiali di gara hanno accettato la proposta di accorciare la tappa, che ora varrà solo per i punti per la maglia ciclamino.

More news: Inter, Ausilio mette le mani su Ilicic: operazione alla 'Skriniar'

Prima ancora, la stessa Radiocorsa aveva informato che i tempi sarebbero stati presi all'ultimo passaggio e che l'ultimo dei 10 giri sarebbe stato annullato. Enzo Foschi, vicesegretario del partito nel Lazio, ha dichiarato: "Le buche a Roma hanno fermato anche il Giro d'Italia. Non oso pensare a come potrebbero ridurre il Paese".

Monica Cirinnà, senatrice Pd, ha invece parlato di 'figuraccia in mondovisione': "Diretta responsabilità della sindaca Raggi". Non serviva la protesta dei corridori per certificare l'impraticabilità di campo di una città che quotidianamente mette a rischio la mobilità dei romani.

Come questo: