Pubblicato: Dom, Mag 27, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Inter: Spalletti, non c'è fretta rinnovo

Inter: Spalletti, non c'è fretta rinnovo

"La società mi ha ribadito che il contratto si farà", ha proseguito il tecnico. Grazie anche ai miei collaboratori, gente forte caratterialmente. Vecchi si è sempre messo a disposizione dandomi i calciatori per gli allenamenti. La forza della Lazio rende ancora più importante il nostro risultato. E' stato un campionato combattuto. Spalletti, in linea con Allegri dà il suo bentornato al neoallenatore del Napoli: "Il ritorno di Ancelotti è una certificazione alla qualità e alla crescita del calcio italiano che c'è stata". Momenti di questa stagione? "Il più brutto in assoluto, quello che è successo alla famiglia Astori".

"Noi dobbiamo essere ambiziosi". Abbiamo già fatto tanto. La differenza è notevole, non era un gradino ma un pianerottolo. All'inizio abbiamo sbagliato qualcosa la scorsa estate, abbiamo illuso i nostri tifosi, c'è quel rumore lì che ci circonda e bisogna essere all'altezza. "Stadi pieni. I tifosi di Inter e Milan sono esempi da seguire". "Per il financial fair play bisogna far quadrare i conti". Va fatta chiarezza: il settlement agreement è stato firmato dalla precedente proprietà. Una rosa che va allungata rispetto a quella attuale, viste le tre competizioni che dovrà affrontare il prossimo anno.

Oltre al riscatto di Cancelo, l'Inter sta cercando di trattenere anche Rafinha. Cancelo e Rafinha ora non si possono riscattare proprio per questo, poi vedremo. Funziona così. Sennò si spende e si spande ma non è questa la realtà di oggi. Lautaro Martinez è invece arrivato a Milano, giovane classe '97 preso dal Racing. Che mi volete far dire? Ausilio ha annunciato che domani alle 16 ci sarà una conferenza stampa, dove probabilmente ci sarà l'annuncio del rinnovo. "Quindi non c'è fretta". Tenere un calciatore che non vuole restare è complicato, anche se questo non è il suo caso.

More news: Gerusalemme, l'ambasciata Usa apre tra le tensioni

Aveva detto che Skriniar aveva detto di voler l'Inter in maniera particolare... "Se ho firmato il rinnovo?". Siamo riusciti a mettere il naso davanti solo alla fine.

"Ci ha dato la consapevolezza di aver vissuto una partita così, che è stata straordinaria per quello che sono stati il gioco, la tensione, l'emotività della squadra in campo e di chi sta in panchina". Prossima stagione? Bisogna stare lì, poi è chiaro che vogliamo avvicinarci agli altri. "Lo ringraziamo e siamo contenti torni con noi". Scudetto? Serve un mercato all'altezza di chi lo vince, altrimenti è difficile.

Come questo: