Pubblicato: Dom, Mag 27, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Giro d'Italia: 18ª tappa, Abbiategrasso-Prato Nevoso

Giro d'Italia: 18ª tappa, Abbiategrasso-Prato Nevoso

Messa in archivio la quarta vittoria in questo Giro d'Italia 2018 firmata Elia Viviani, che così facendo eguaglia i centri ottenuti lo scorso anno dal suo compagno di squadra Fernando Gaviria, ecco che per il gruppo è finalmente tempo di volgere l'attenzione al trittico alpino che, inevitabilmente vista la situazione di classifica, andrà a determinare il vincitore del Giro 101.

More news: Festa della mamma, tutti gli appuntamenti romani

Al termine della 15esima tappa, con partenza a Tolmezzo e arrivo a Sappada, Fabio Aru aveva affermato di voler concludere il Giro d'Italia per rispetto dei tifosi nonostante la profonda crisi che l'aveva visto staccarsi e giungere al traguardo a oltre 19 minuti di distanza da un brillantissimo Simon Yates. È chiaro che gli elementi che devono convergere sono molteplici: recupero dopo le fatiche di una giornata che lo ha stremato, un Froome che paghi gli sforzi di oggi, una Sky meno dominante di quanto mostrato oggi sul Colle delle Finestre, se solo ne vogliamo nominare alcuni. Sarà una tre giorni di fuoco con altrettanti arrivi in salita, prima della passerella finale sul circuito di Roma, in programma domenica 27 Maggio. "Pozzovivo scontava un ritardo di 5' sotto le Torri sestrierine, diventati 8'03" dall'inglese in cima allo Jafferau. Suggestive le immagini del keniano bianco che da solo al comando nel passaggio in autostrada, cercava di tenere lontani gli avversari prima della salita verso Bardonecchia. Questo non è l'unico record firmato dal britannico (primo atleta della sua Nazione capace di imporsi sulle nostre strade) che ha vinto il terzo grande giro consecutivo come solo il Cannibale e il Tasso riuscirono a fare in passato. So dentro di me di non aver fatto niente di male. Arrivo in salita sul traguardo di Cervinia, in tutto 214 chilometri con tre salite di prima categoria concentrate negli ultimi 90, per un totale di 4000 metri di dislivello. "Ho voluto fare qualcosa di più pazzo". Ora, invece, la situazione si è completamente ribaltata. Sarà l'ultima occasione per gli uomini di classifica.

Come questo: