Pubblicato: Ven, Mag 18, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Lutto nel calcio. Addio a Gaetano Anzalone, la Roma: "Indimenticato presidente"

Lutto nel calcio. Addio a Gaetano Anzalone, la Roma:

Lutto nel mondo del calcio.

Quando il 23 maggio del 1971, in occasione di una partita di gala tra la Roma ed il Milan, Gaetano Anzalone ha intavolato la trattativa per diventare il nuovo presidente giallorosso aveva appena 40 anni e, concluso l'accordo, divenne il più giovane presidente della storia del massimo campionato italiano.

More news: MotoGP - Le Mans, PL1: è sempre Marquez-Dovizioso; si rivedono le Yamaha

Roma saluta Gaetano Anzalone. Anzalone era un imprenditore edile e fu membro anche del consiglio comunale capitolino nelle file della Democrazia Cristiana.

Anzalone, durante il periodo di presidenza, ha "creato" il centro sportivo di Trigoria dove i giallorossi si allenano ancora oggi. Dei giallorossi diventò presidente nel 1971, rilevando la proprietà per un miliardo e mezzo di lire. Noto infatti per le sue maniere signorili e particolarmente gentili, veniva chiamato "Il presidente gentiluomo". Restò al timone della società fino al 1979, quando venne sostituito da Viola. Grazie anche all'esperienza come responsabile del settore giovanile, è stato un proprietario attento all'importanza del vivaio: con lui è esploso il talento di Conti. Fu il primo patron giallorosso a portare la squadra in tourné negli Stati Uniti per aumentarne la visibilità, mentre a livello di titoli mise in bacheca il trofeo Anglo-Italiano del 1972.

Come questo: