Pubblicato: Ven, Mag 18, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Higuain: Napoli cresciuto grazie a me, mi odiano perchè mi amavano tanto

Higuain: Napoli cresciuto grazie a me, mi odiano perchè mi amavano tanto

Sul trasferimento al Napoli: "So l'importanza che questa squadra ha in Argentina (per quello mi sono trasferito al Napoli) volevo aiutarla a crescere e, in parte, credo di averlo fatto".

Gonzalo Higuain ha rivelato ai microfoni di TNT Sports alcuni aneddoti sulla sua carriera: "Quando mia madre era malata pensai di lasciare il calcio, ma fu lei a incoraggiarmi, mi disse di non abbandonare ciò che amavo per colpa sua".

More news: Rovesci e temporali previsti sul Veneto e scatta l'allerta meteo della Regione

"Amo il calcio, ma lei veniva prima di tutto", ha proseguito. "Lei mi ha dato la forza per andare avanti". L'addio? Ho preso una decisione che credevo fosse la migliore per me. "Il mondo del calcio tratta i giocatori come se fossero usa e getta, i veri valori che contano davvero sono gli affetti, non se oggi sei un campione perché domani, quando smetti, vieni dimenticato". Le persone sono sedute e guardano come godere degli altri. "Ti attaccano per un gol mancato, ma si scordano dei 300 che hai realizzato in precedenza". Sta concludendosi una stagione in cui più che mai le sue reti sono state decisive: tre esempi su tutti? Poi, infine, ha concluso: "Di solito le critiche vengono rivolte ai migliori. E' il gol più importante della mia vita", confida il fuoriclasse della Juventus.

E ora il Mondiale con la maglia della sua Argentina: "La mia idea è quella di aiutare la Seleccion. Noi diamo sempre tutto per il nostro paese, lo difenderemo alla morte".

Come questo: