Pubblicato: Mer, Mag 16, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Pallacanestro Cantù Sodini dopo gara 2 contro Milano

Pallacanestro Cantù Sodini dopo gara 2 contro Milano

Terminata la seconda gara tra Milano e Cantù, che ha visto vincitori ancora una volta i milanesi, è tempo di analisi sulla prestazione e di giudizi sull'andamento della serie attraverso le parole dei protagonisti sulle panchine.

Olimpia Milano: Goudelock 2, Micov 13, Vecerina ne, Pascolo 6, Tarczewski 12, Kuzminskas 15, Cinciarini 6, Cusin ne, Abass, Bertans 16, Jerrells 9, Gudaitis 8. All. Gli ultimi minuti del quarto sono dominati dagli uomini di Pianigiani che piazzano un parziale di 9-2 trascinati da Micov e chiudono il primo periodo avanti (24-17). A Sodini non basta anche un buon Burns dall'ennesima doppia doppia stagionale, 18 punti e 11 rimbalzi per lui. Cantù dura pochissimo e si illude solo in apertura fino al 15-15, poi la squadra di Pianigiani mette la freccia grazie anche a uno straordinario Jerrells.

Nell'ultimo periodo Cantù parte aggressiva e costringe Milano ad aggrapparsi ai suoi lunghi, Culpepper è però scatenato e con una super schiacciata riporta i suoi sotto la doppia cifra di svantaggio (70-61); Milano è letale e piazza subito due canestri firmati da Tarczewski e dal solito Bertans, a cui Brescia risponde, seguiti da una tripla di Kuzminskas che sembra tagliare le gambe agli ospiti (78-65).

More news: Chiellini a Insigne: 'Guardaci festeggiare'. Dove è finito lo stile Juve?

La formazione brianzola, che ha invece chiuso al settimo posto, quest'anno ha centrato la 32esima post season della sua storia, alle spalle proprio di Milano prima con 36 partecipazioni ai playoff su 41 edizioni disputate. Non possiamo permetterci un blackout come quello tra il primo e il secondo quarto, altrimenti non lo recuperiamo più. "Devo però dire "bravi" ai miei giocatori perché poi hanno avuto il carattere di ritornare ma anche la capacità tecnica di giocare in maniera diversa in difesa e con tutta un'altra aggressività difensiva". Sapevamo che era difficile vincere a Milano, a me serviva un segnale di vita da parte della mia squadra e credo di averlo avuto; non che avessi dubbi a riguardo.

"Intanto proveremo ad allungare la serie il più possibile, puntando sul nostro dinamismo e sull'atipicità dei nostri giocatori cercando di correre a mille all'ora". Spero e mi auguro, ma ne sono certo, che a Desio mercoledì sera ci sarà una scenografia di livello per la qualità del gioco in campo. Biancoblù attesi da un "PalaBancoDesio" probabilmente vicino al sold out, oltre 4000 i biglietti venduti in appena tre giorni.

Come questo: