Pubblicato: Sab, Mag 05, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Probabili formazioni Milan-Verona: Romagnoli recupera ma Gattuso non lo rischia

Probabili formazioni Milan-Verona: Romagnoli recupera ma Gattuso non lo rischia

"Solo dopo verrà la Juventus, priorità al Verona", perché "spesso con le piccole abbiamo fatto fatica", dice il tecnico Gennaro Gattuso alla vigilia del match, che per tenere l'asticella dell'attenzione al massimo manda al gruppo un avvertimento: "La puzza di bruciato va sentita prima, non dopo". È ovvio poi che quelle contro Benevento e Verona sono figuracce, magari in alcune occasioni non sono stato bravo io. Non dovremo avere paura, ma contro il Verona dobbiamo giocare con tranquillità e testa sgombra.

La vittoria domani sera è imprescindibile per la rincorsa all'Europa League, visto anche il concomitante difficile impegno dell'Atalanta in trasferta contro la Lazio. "Non dobbiamo pensare di essere stanchi fisicamente". "Una settimana fa eravamo qui per parlare della figuraccia col Benevento, e non dobbiamo fare lo stesso errore. Bonaventura? Ha un contratto e non mi ha mai detto che vuole andare via". So che ci sono delle trattative con la società per il rinnovo del contratto. "È forte, ha grande mentalità, e gioca titolare nell'Argentina non a caso".

More news: "Avengers: Infinity War". Incassi da record in Usa, trionfo anche in Italia

Sul pericolo di non sottovalutare l'avversario: "Spero di aver fatto recepire ai ragazzi il fatto di non sottovalutare certe gare".

Gli scaligeri non sono un avversario da sottovalutare, vista la brutta figura fatta all'andata dove il Milan cadde rovinosamente con un rotondo 3-0, anche perchè un'altra debacle stile Benvento non sarebbe molto ben sopportata da dirigenza e tifosi e non sarebbe nemmeno un buon viatico in vista della finale di Coppa Italia di mercoledì prossimo. Ogni volta col mio staff discutiamo su come comunicare con la squadra, come bisogna agire. Per migliorare questa squadra ci vogliono tre o quattro giocatori. Calciatori d'esperienza, è un dato di fatto. "Deve recuperare il ritmo perduto e continuare su questa strada". "Viene in ufficio, parliamo anche di calcio sudamericano, ma in questo momento è dietro a gente che mi dà più affidamento". A sinistra spazio a Ryder Matos, che deve vincere la concorrenza di Aarons; partono più indietro Bruno Petkovic (potrebbe essere la prima punta di peso) e il sudcoreano Lee Seung-Woo. In questo momento si allena con grande professionalità, sono contentissimo di questo. "Dobbiamo metterlo in condizione di segnare".

Come questo: