Pubblicato: Mer, Mag 02, 2018
Economia | Di Almiro De Bernardi

Pil, la crescita italiana tiene: +0,3% nel primo trimestre

Pil, la crescita italiana tiene: +0,3% nel primo trimestre

Nel quarto trimestre del 2017 - come detto - la crescita congiunturale era stata analoga, pari a +0,3%, mentre, segnala l'Istat, "la lieve decelerazione emersa nel periodo più recente determina un contenuto ridimensionamento del tasso di crescita tendenziale" che scende dall'1,6% precedente.

L'economia italiana è cresciuta anche nell'ultimo trimestre meno della media europea: l'Eurostat nella sua stima flash rileva un progresso dello 0,4% sia nell'eurozona che nella Ue.

L'incremento congiunturale, spiega l'Istat, è la sintesi di un aumento del valore aggiunto dei settori dell'agricoltura, silvicoltura e pesca e dei servizi, mentre il valore aggiunto dell'industria ha segnato una variazione pressoché nulla. Dal lato della domanda, vi è un contributo positivo della componente nazionale (al lordo delle scorte) e un apporto negativo della componente estera netta. Il tasso di disoccupazione rimane stabile all'11,0% mentre quello giovanile scende al 31,7% (-0,9 punti percentuali). "Il tasso di occupazione si attesta al 58,3% (+0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente)" ed è il livello più alto da ottobre del 2008, sottolinea l'Istat negli ultimi dati pubblicati sull'andamento dell'occupazione e della disoccupazione nel nostro Paese. Inoltre, in base alle stime preliminari sui tre mesi dell'anno, la crescita acquisita per il 2018, quella che si otterrebbe cioè se dopo il +0,3% del primo trimestre la crescita fosse pari a zero nei tre trimestri successivi, è pari allo 0,8%. Il calo ha riguardato entrambi i generi e tutte le classi di età ad eccezione dei 15-24enni.

More news: Napoli, fine di un ciclo? Dipende da Sarri, il Chelsea è lì

La crescita dell'occupazione interessa tutte le classi di età ad eccezione dei 35-49enni. La crescita è dovuta interamente alla componente maschile mentre per le donne, dopo l'aumento dei mesi precedenti, si è registrato un calo.

In attesa delle previsioni economiche di primavera della Commissione europea, in arrivo giovedì, l'Istat ha diffuso la stima preliminare sulla crescita del pil nel primo trimestre. L'aumento interessa gli uomini e tutte le classi di età ad eccezione dei 35-49enni. Nell'arco di un anno diminuiscono sia i disoccupati (-4,0%, -118 mila) sia gli inattivi (-1,1%, -150 mila). Su base annua continua l'aumento degli occupati (+0,8%, +190 mila).

Come questo: