Pubblicato: Mer, Mag 02, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Figlio sostituito in campo: padre picchia l'allenatore

Figlio sostituito in campo: padre picchia l'allenatore

Il proprio figlio sta in panchina, gioca troppo poco e allora subito parte la solita sequela di insulti verso l'allenatore che, chi frequenta questi campi, potrebbe recitare a memoria. Il problema del bullismo dunque torna prepotentemente a far discutere l'opinione pubblica. Per Michael scoprire quello che il figlio faceva a scuola è stato uno choc: "Dovevo punirlo in modo severo, impartirgli una bella lezione", ha dichiarato l'uomo alla stampa locale.

A denunciare l'episodio sono stati alcuni genitori che hanno assistito all'aggressione.

More news: Fiorentina-Napoli, Sarri: ''Gara più difficile della Juventus''

Scopre che il figlio è un bullo, così decide di dargli una punizione esemplare. "Se odi i bulli suona il clacson". Molti infatti hanno criticato questo metodo che ha costretto il ragazzo (tra l'altro minore) ad essere umiliato a sua volta. Tutto comprensibile, anche se sempre nei limiti. Tali critiche però non hanno intaccato minimamente la convinzione di Michael di aver fatto la cosa giusta per suo figlio.

Come questo: