Pubblicato: Lun, Aprile 30, 2018
Sportivo | Di Concetto Furlan

Voti Inter-Juventus 2-3, pazzesca partita a "San Siro": clamorosa vittoria dei bianconeri

Voti Inter-Juventus 2-3, pazzesca partita a

Ai nerazzurri manca piuttosto la fase offensiva, perché è costretta ad attaccare con pochi uomini per non rischiare troppo e subito.

Partita pazza, incredibile, a San Siro. I bianconeri di Massimiliano Allegri si sono aggiudicati il derby d'Italia contro l'Inter per 3-2 grazie ad un gol nel finale di Higuain. Sulla carta potremmo parlare di un campionato ancora aperto, dato che 4 punti in tre incontri sono matematicamente recuperabili.

Con il Napoli sembrava sarebbe finita in pareggio e hanno vinto loro all'ultimo.

IL MATCH - L'Inter aspetta la Juve nella sua metà campo e prova a sorprenderla in contropiede. "Poi se la partita va a finire così, chiaro che la sostituzione è sbagliata e se ne pagano le conseguenze". Dovevo restare tranquillo, e alla fine il gol è arrivato. E invece nel finale piazza l'uno-due che ribalta il risultato e ha il sapore dello scudetto.

Rammaricato Luciano Spalletti che nel post partita di Inter-Juventus parla ai microfoni di Sky Sport: "Nel finale la squadra aveva fatto fatica anche se aveva retto dopo il 2-1 a qualche assalto della Juventus".

More news: Juventus, i tifosi si presentano a Vinovo: "Tirate fuori i co*****i"

L'Inter ha fatto una grande partita, ma questo è il calcio.

Inter-Juventus, anticipo serale della 35esima giornata di Serie A, non ha tradito le attese tra gol e colpi di scena nell'arco di tutta la gara. "Noi è da sette anni che non si porta a casa niente, pensate come siamo noi: saremo ferocissimi, se è codesta la condizione per dare di più, state tranquilli", dice il tecnico nerazzurro.

All'Inter importa poco, perché non si snatura.

L'entusiasmo scatenatosi ieri sera a Napoli, dopo il vantaggio dell'Inter, è paragonabile a quello di domenica scorsa, dopo la vittoria dello Stadium. Ci siamo presi un pezzettino di Scudetto. Ora si attende la risposta del Napoli, impegnato in trasferta contro la Fiorentina.

Rugani 5 - Sempre in difficoltà, anche quando è in vantaggio. Poteva essere il momento buono per il sorpasso, ma dopo 90 minuti di palpitazioni le speranze dei napoletani sono rimandate al prossimo turno. L'altro cambio, in avanti: al posto di Karamoh, partito titolare nelle ultime due partite, torna Antonio Candreva. In un San Siro infuocato di sdegno e di antijuventinismo, con tanto di sventolio di fazzoletti, Orsato chiama 6 minuti di recupero che diventeranno 7, visto che al 50' c'è ancora bisogno del Var: una sponda piuttosto casuale di Khedira in area diventa un assist per Matuidi, che sbuca alle spalle di tutti e segna il 2-0.

Come questo: