Pubblicato: Lun, Aprile 30, 2018
Tecnologia | Di Ricario Cosma

Gp Azerbaijan, Ricciardo il più veloce nelle seconde libere

Gp Azerbaijan, Ricciardo il più veloce nelle seconde libere

"Sarà questa la chiave per poter puntare in alto". Non pervenuti i due Red Bull, che si sono sfidati per tutta la gara fino all'incidente. "Possiamo lottare con la Ferrari, siamo davvero molto vicini". Seguono le due Mercedes, anche stavolta con Bottas a precedere Hamilton (0 " 775 e 0 " 808 i rispettivi distacchi dal vertice). "Per quanto mi riguarda, quando sono uscito dalla scia, pensavo che si sarebbe aperto uno spazio all'interno dove mi sarei potuto buttare, invece". Il pilota finlandese ha chiuso quello francese che ha sbattuto contro le protezioni a lato della pista e si è ritirato. Anche Hamilton prevede una stagione combattuta.

More news: Dieci punti di sutura per Mandzukic

Sono soddisfatto del comportamento della vettura. Per prima cosa ecco gli orari delle due sessioni in programma oggi, venerdì 27 aprile, sul circuito cittadino che sorge nelle strade della capitale di questa Repubblica ex sovietica. Solo Kimi Raikkonen, con l'altra SF71H, ha avuto l'occasione di soffiargli il primo posto in griglia, ma un errore nell'ultimo settore del Q3 lo ha relegato alla sesta piazza e impedito alle Rosse di prendersi un'altra volta tutta la prima fila. Non sono riuscito a trovarlo ne stamattina e nemmeno oggi pomeriggio. Non vogliamo andare oltre, ed abbiamo buone alternative. Ma è bella anche quella con Verstappen, come lo è stata in passato con Vettel. "Di sicuro non sei mai felice quando finisci fuori gara con il tuo compagno di squadra, ma siamo entrambi corretti ed abbiamo preferito parlare subito tra di noi dopo la gara". Hamilton pensa che sia Ferrari che Red Bull siano più veloci rispetto a loro e che dovranno fare un grosso lavoro durante la notte per cercare la giusta direzione per essere competitivi nella giornata di sabato e domenica. La W09 fatica a mantenere sugli pneumatici la giusta temperatura per riuscire a sfruttare al massimo il potenziale della gomma. E sui long run, le simulazioni di gara, il passo non è male. "Lo farò a breve col team", ha commentato Verstappen. Tra le scuderie che non si sono di certo annoiate c'è la Red Bull, con i suoi piloti protagonisti dal via sino al crash finale tra Ricciardo e Verstappen. È però altrettanto vero che poi il pilota ci ha messo del suo, effettuando una serie di sorpassi strepitosi.

Come questo: